Personalizza il sito
Logo dell'UIC Logo TUV

Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti - ONLUS

 

Osservatorio Siti Internet

(O.S.I.)

 

e-Banking -  Quando il servizio non è accessibile

Un e-book gratuito sull’accessibilità dei servizi di e-banking

di: P. Bertini & M. Trevisan

 

L'accessibilità è un criterio progettuale che va al di là del settore informatico per coinvolgere aspetti della vita quotidiana di chiunque.

Avere un sito ed un servizio accessibile significa offrire un servizio migliore a tutti i cittadini, incentivare all'uso dei servizi stessi grazie alla semplicità ed alla compatibilità dei medesimi che diventano, grazie all'accessibilità, fruibili indipendentemente dalla tecnologia utilizzata dagli utenti.

 

Lo studio sull'accessibilità dei servizi di e-banking è stato condotto da Patrizia Bertini, consulente e ricercatrice, e Marco Trevisan, titolare di Bazzmann Labs e autore del progetto Bazzmann.Com, entrambi co-fondatori e responsabili del progetto webaccessibile.org.

 

La ricerca si presenta come il primo studio articolato e completo sull'argomento in lingua italiana, ed anche a livello mondiale è uno dei rapporti più completi e aggiornati.

Partendo dall'analisi della diffusione e del fenomeno dell'e-banking, con una overview nazionale ed internazionale del fenomeno, la ricerca si focalizza sulle esperienze più interessanti fatte da alcuni istituti bancari mondiali in materia di accessibilità: sviluppo di Atm a favore dei disabili, ricerche sull'accessibilità dei siti bancari, documenti di riferimento per associazioni bancarie internazionali e propositi futuri.

 

Lo studio evidenzia come al momento si stia ancora attendendo una case history che dimostri l'efficacia e la validità dei principi progettuali dell'accessibilità nei servizi di e-banking: infatti, la terza parte analizza le implicazioni tecnologiche da adottare affinchè le applicazioni non presentino ostacoli per coloro che navigano ed utilizzano il servizio con tecnologie assistive e non standard (ove per standard si intende tastiera, mouse e postazione tradizionale).

 

La ricerca vuole fornire gli strumenti per capire l'utilità di fare un esperimento del genere, definendo il panorama mondiale in cui tale esperienza verrebbe a collocarsi, specificando come non si tratti di fare nulla di nuovo, ma di un'ottimizzazione del servizio stesso.

 

L'e-book, distribuito gratuitamente, ha l'appoggio dell'università degli Studi di Torino, l'Unione Italiana Ciechi, la Fondazione Nazionale Prociechi di Roma e la Regione Veneto, ed è solo il primo passo per ulteriori approfondimenti e ricerche, in attesa di poter inserire una nuova parte che racconti l'esperienza del primo istituto bancario che ha deciso di mettersi in gioco e fare qualcosa di innovativo e socialmente utile.

Utile non solo per i disabili, ma per tutti coloro che vogliono utilizzare il servizio con il cellulare, il pda o la web tv.

E perchè non potrebbe essere proprio l'Italia a fornire al mondo una success story del genere?

 

Per informazioni sull'e-book o per contattare gli autori potete scrivere una mail all'indirizzo:

patrizia.bertini@webaccessibile.org

marco.trevisan@bazzmann.it

 

Gli autori sono inoltre disponibili per consulenze di approfondimento o per ulteriori ricerche.

 

Torna alla pagina precedente

 

Scelta Rapida