Logo dell'UIC Logo TUV

Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti - ONLUS-APS

 

Uiciechi.it

torna alla visualizzazione del numero 15 del Uiciechi.it

Numero 15 del 2018

Titolo: Riscopriamo Alessandro Manzoni.

Autore: Alessio Conti.


Articolo:
Riscopriamo Alessandro Manzoni.

Di Alessio Conti.

Non solo Foscolo e Leopardi : anche Manzoni possiede la sua App, su Play Store Android. Un vero tesoro che consente, come gli strumenti descritti negli articoli precedenti, di accedere a molte opere di questo autore, oltre che a noti saggi critici.

Non manca una scheda biografica sufficientemente ricca, insomma un’applicazione ideale per chi voglia scoprire, o semplicemente rispolverare, questo scrittore poliedrico: poeta, romanziere, fine indagatore dell’animo femminile, autore di scritti dal contenuto etico e filosofico.

Accanto alle grandi opere, troviamo i poemetti giovanili di gusto neoclassico, le tragedie, ma anche i lavori teorici, sempre utili per confrontarci con la poetica del grande lombardo.

Orientando il telefono con la porta di caricamento rivolta verso il nostro stomaco, se partiamo dall’alto, dopo la scritta Alessandro Manzoni, troviamo il pulsante biografia, che contiene la vita dell’autore, prima in modalità testuale, poi con una video lezione. La biografia ripercorsa fedelmente appare sostanzialmente completa, l’audio della lezione è chiaro e, provenendo questa da Youtube, sono disponibili tutti i controlli presenti in questa applicazione, con la possibilità di navigare il contenuto che, comunque, risulta assai breve e gradevole. Notevole anche la musica di sottofondo.

Il pulsante schemi contiene il 5 maggio, con stringata lettura critica che lo divide in sezioni, commentando parti di testo. Il commento isola i temi di ciascun segmento testuale, ma trattasi di una lettura utile unicamente ad ordinare la materia esaminata e ad avviare il processo di approfondimento.

Un percorso che prosegue squadernandosi nella poliedricità manzoniana, con il pulsante successivo: opere. Questo bottone contiene le opere dell’autore, che possono essere lette scorrendo la schermata. Alcune di queste, è il caso dei cori delle tragedie e del 5 Maggio, sono commentate. Viene prima indicato il termine iniziale della strofa che si sta analizzando, unitamente a quello finale. Immediatamente sotto è riportato un commento con stringata parafrasi, notazione di ordine stilistico, spiegazione di termini considerati difficili dall’autore della lettura critica. Correttamente viene riportata la fonte da cui la parafrasi è stata desunta, generalmente si tratta di antologie scolastiche.

Il pulsante la critica contiene alcune letture critiche che muovono dalla divisione tra sfera ideale e sfera reale, classica in Manzoni, ma, a mio avviso, non sufficiente ad esaurire lo spettro delle letture possibili. Tuttavia può essere utile per abbozzare un’interpretazione critica.

Il pulsante il pensiero e la poetica contiene riflessioni sul rapporto manzoniano con la storia, sempre decodificato tramite l’antitesi ideale reale. Si tratta di una sezione che può risultare utile, soprattutto per alcune notazioni sulla funzione del coro nelle tragedie. In generale la parte critica non mi pare molto aggiornata e forse risente di una troppo spiccata matrice ideologica.

Alessio Conti

Responsabile prodotti Android per la Onlus Veyes.



Torna alla pagina iniziale della consultazione delle riviste

Oppure effettua una ricerca per:


Scelta Rapida