Logo dell'UIC Logo TUV

Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti - ONLUS-APS

 

Uiciechi.it

torna alla visualizzazione del numero 01 del Uiciechi.it

Numero 01 del 2019

Titolo: OTranscribe.

Autore: Marco Pronello.


Articolo:
OTranscribe.

Di Marco Pronello.

Facendo seguito al mio precedente articolo su ExpressScribe e Listen N Write, concludiamo la carrellata con un servizio di traduzioni online gratuito: oTranscribe, https://otranscribe.com.

Per una migliore esplorazione, consiglierei Google Chrome, perché con Internet Explorer, soprattutto se non si hanno versioni aggiornate, possono esserci problemi di incompatibilità.

Quindi, entrati sul sito con Chrome, troviamo l’interfaccia di default in inglese. Muovendoci con la freccia giù troviamo ad un certo punto la voce english cliccabile. Diamo invio e ci apre un menù di pulsanti da scorrere con la freccia giù, con tutte le lingue. Selezioniamo italiano con invio e ci apre una pagina omologa con l’interfaccia in italiano.

Freccia giù fino alla voce inizia a trascrivere cliccabile. Diamo invio e ci troviamo in una finestra dove troviamo due pulsanti: uno che ci chiede di caricare un file dal nostro pc e l’altro che ci permette di caricare il file da YouTube.

Se vogliamo caricare un file dal nostro pc, diamo invio sul pulsante adatto e si apre la normale finestra per scegliere il file da esplora risorse. Da notare che non sono supportati file wma, ma sono supportati i normali mp3.

Se vogliamo caricare un file da YouTube, diamo invio sul pulsante apposito e ci appare la casella editazione dove inserire la url per poi dare invio.

Selezionato il file, da qualsiasi sorgente provenga, clicchiamo su apri e ci compare una finestra con il nome del nostro file e i comandi del player e sotto con la casella editazione per trascrivere.

A questo punto vengono le difficoltà. Muovendoci con le frecce, troviamo in alto il player con una serie di pulsanti per variare la velocità, inserire il codice temporale, play e pausa. Alcuni non sono bene etichettati, altri hanno indicato come tasto rapido un tasto funzione o una combinazione di tasti: c’è un F1 che probabilmente serve ad aprire una finestra di aiuto, un F2 che dovrebbe servire a variare la velocità, ecc. L’unica combinazione chiara è un control J per selezionare il time code. Dico probabilmente, perché dando invio su questi pulsanti non succede niente e usando i tasti funzione e le combinazioni di tasti come indicati si attivano le normali funzioni cui questi sono deputati nell’utilizzo del computer o dello screen reader. L’unico pulsante che si riesce ad attivare è il play/pausa con il tasto esc.

Questo, se ci pensiamo, è logico, perché non stiamo operando su un applicativo, ma su un browser, che quindi non ha la proprietà di interagire sui comandi interni alla macchina.

Comunque, scendendo con la freccia troviamo la casella editazione, attivabile normalmente con invio, come si attiva la modalità maschere. Ancora sotto, troviamo una serie di pulsanti per scegliere la formattazione dei caratteri, come il corsivo e il grassetto.

Quindi se noi ci portiamo sulla casella editazione per scrivere, prima dobbiamo dare un esc per far partire l’audio, poi dobbiamo attivare la modalità maschere. Se vogliamo fermare l’audio dobbiamo dare due volte esc: il primo disattiva la modalità maschere e il secondo mette in pausa l’audio. Per rivedere quanto abbiamo scritto, correggere o modificare, dobbiamo ridare invio per attivare la modalità maschere, e così via.

I pulsanti per la formattazione dei caratteri non sembrano utili a chi usa uno screen reader, perché, almeno io, non sono riuscito a farmi dire la formattazione se e dove cambia. Inoltre, come detto, non sono usabili le opzioni di variazione della velocità e il codice temporale, né dai pulsanti sulla pagina, né con i tasti e le combinazioni indicate.

Terminata la trascrizione, scendendo con la freccia troviamo un pulsante che ci chiede con quale formato vogliamo importare la trascrizione. Se diamo invio appaiono, tra l’altro, due link: uno per salvarla in txt e uno per salvarla in un formato proprietario otr.

Scegliamo il formato e diamo invio: troveremo la trascrizione salvata nella nostra cartella dei download. Ancora sotto, ci dà la possibilità di inviare la trascrizione online su Google Drive, se abbiamo un account.

Conclusione: l’opzione di trascrivere online con questo servizio non è per niente pratica per chi non usa il mouse. Abbiamo assolutamente bisogno, se dobbiamo fare trascrizioni, di softwares dedicati, come ExpressScribe o Listen N Write, perché innanzi tutto sono assolutamente leggeri e non rallentano il sistema, e poi ci danno la possibilità di utilizzare comandi da tastiera determinati dal software e di personalizzarceli al meglio. Sconsiglierei quindi l’utilizzo di questo sito, consiglierei l’installazione di un software apposito.

Per ulteriori spiegazioni, Marco Pronello



Torna alla pagina iniziale della consultazione delle riviste

Oppure effettua una ricerca per:


Scelta Rapida