Logo dell'UIC Logo TUV

Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti - ONLUS-APS

 

Voce Nostra

torna alla visualizzazione del numero 6 del Voce Nostra

Numero 6 del 2019

Titolo: La XII Giornata Nazionale del Braille a Matera

Autore: Angela Pimpinella


Articolo:
Cari amici oggi voglio raccontarvi l'esperienza della mia partecipazione alla XII edizione della Giornata Nazionale del Braille realizzata tra i sassi di Matera; ma cosa sono i sassi di Matera?
I Sassi sono stati definiti un paesaggio culturale, per citare la definizione con cui sono stati accolti nel Patrimonio mondiale dell'Unesco. Con il termine «Sassi» si intendono i due quartieri che costituiscono, insieme alla «Civita» e al «Piano», il centro storico di Matera. La declinazione al plurale, dunque, deriva da questa duplicità e non, come molti credono, dal fatto che un'abitazione o un locale all'interno di tali distretti si chiami «sasso». I Sassi si dispongono intorno e sul fondo di due solchi vallivi, plasmati dal passaggio dell'acqua, incanalata nei cosiddetti «grabiglioni» sul fondo delle stesse.
Il Sasso Barisano, girato a nord-ovest, contiene portali scolpiti e fregi. Il Sasso Caveoso, che guarda a sud, ricorda la forma della cavea di un teatro, con le abitazioni disposte a gradoni. All'interno vi sono vari quartieri, rioni e contrade così nominati: u lammòrde, u paravèse, u pendàfeche, u mòlve, u chianèdde, u casalnàve. A dividere le due valli sorge la rupe della Civita, che ospita la Cattedrale romanica. Ai piedi della Civita e al margine superiore dei Sassi giace il Piano, il centro storico post-medievale, oltre il quale si estende la Matera post-sfollamento.
Quest'anno Matera è la capitale europea della cultura quindi un giusto contesto per celebrare la XII edizione della Giornata Nazionale del Braille che quindi ha preso il titolo «La cultura tra le mani».
Questa è stata suddivisa in due importanti momenti e si è svolta quindi in due luoghi differenti ma ognuno di grande significato:
la prima parte si è svolta il giorno 20 alle ore 16,30 presso la chiesa del Cristo Flagellato ed è stato un pomeriggio volto alla cultura musicale e a varie relazioni informative sul Braille tenute da pedagogisti, presidente nazionale e sezionale e seguite da varie testimonianze.
La seconda parte si è svolta il giorno 21 alle ore 9,30 presso l'università di Matera seguita quindi da un gran numero di studenti e a parlare ci sono stati pedagoghi, componenti della Direzione nazionale Uici, direttore scientifico della fondazione Istituto dei ciechi di Milano e presidente regionale della Toscana che hanno parlato del Braille come didattica; dell'inclusione scolastica nel mondo del lavoro e nell'ambito musicale.
Come ogni anno molte manifestazioni di sensibilizzazione e conoscenza del sistema Braille sono state organizzate in molte sezioni del nostro territorio.
Angela Pimpinella



Torna alla pagina iniziale della consultazione delle riviste

Oppure effettua una ricerca per:


Scelta Rapida