Logo dell'UIC Logo TUV

Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti - ONLUS-APS

 

Uiciechi.it

torna alla visualizzazione del numero 13 del Uiciechi.it

Numero 13 del 2019

Titolo: Telefonia fissa, attenzione alle false aspettative.

Autore: Giovanni Clerici.


Articolo:
Telefonia fissa, attenzione alle false aspettative.

Di Giovanni Clerici.

Siamo entrati da poco in una epoca in cui per la telefonia mobile si parla di 5G, una tecnologia estremamente avanzata, la quale promette velocità elevate per la navigazione internet.

I prezzi però per accedere a questa tecnologia sono e saranno sicuramente alti, dovendo aspettare qualche anno per vederli scendere come è già successo in precedenza per altre tecnologie, ricordiamo il 3G e il 4G.

Di conseguenza, non può che risultare ancora valida la tradizionale linea fissa di casa. Ovviamente per quanto riguarda l'uso di internet da postazione fissa, qualcosa comunque in comune le tecnologie mobili con quelle di rete fissa ce l'hanno.

Infatti entrambi, non coprono tutto il territorio omogeneamente, ecco che per la rete fissa possiamo trovare zone dove esiste già una fibra ottica da 1 gigabyte, altre in cui il collegamento in rame è il solo disponibile.

Attualmente le varie tecnologie disponibili per la rete fissa si suddividono in sigle, iniziano tutte con "FF", ciò che le determina è però la lettera finale, la quale in modo inequivocabile conferma quale di queste tecnologie possiamo avere in casa nostra.

Per quanto riguarda la linea tradizionale ADSL, probabilmente ancora la più presente sul territorio italiano, dobbiamo sapere che viaggia su rame, di conseguenza la qualità di questa connessione dipende da vari fattori, i più importanti sono, distanza dalla centrale, usura del cavo in rame su cui viaggia il segnale adsl, seguono poi problemi causati da situazioni atmosferiche, interferenze, oltre a congestioni dovute a traffico internet generato da più utenti.

Attenzione quindi a chi promette con molta facilità connessioni a velocità elevate, perché se è vero che una determinata zona potrebbe essere coperta, con massimi di 20 megabyte in download, poi la realtà potrebbe essere ridotta a un 10% di quello promesso.

Per questo, tutti i gestori di rete fissa, si sono premuniti producendo contratti che il cliente deve sottoscrivere, spesso senza leggere dato l'elevato numero di pagine e articoli.

Sostanzialmente il gestore di telefonia fissa si protegge proprio mettendo nero su bianco che la velocità è determinata da vari fattori, dichiarando espressamente che quella garantita sarà proprio quella riportata nel contratto.

Praticamente dobbiamo immaginare la rete come una linea ferroviaria, possiamo pagare il biglietto alla compagnia che vogliamo, i binari però sono sempre gli stessi e di conseguenza tutti i treni che circolano su di essi incontreranno le medesime condizioni.

Anche per quanto riguarda la fibra ottica le cose non cambiano, i gestori dichiarano sempre le velocità minime garantite. Naturalmente per quanto riguarda questo tipo di tecnologia i problemi inerenti la qualità del segnale e tutte le possibili problematiche collegate a esso si riducono di molto rispetto alla tradizionale ADSL.

Se per esempio in una zona è disponibile una fibra ottica con download fino a 100 megabyte, il gestore ne garantisce 20, sotto i quali il cliente può esercitare i suoi diritti contrattuali.

Non ci resta dunque che scegliere una offerta in base al suo costo, a eventuali servizi annessi, senza mai però dimenticare che proprio per la linea internet ciò che conta per qualsiasi gestore è la rete su cui passa il segnale.

Di seguito alcuni dettagli sugli eventuali collegamenti disponibili che riassumono il tipo di rete disponibile:

1. FFTTH, questo tipo di fibra ottica raggiunge il modem del cliente, entrando praticamente in casa, attualmente la fibra ottica migliore sul mercato.

2. FFTTC, questa fibra ottica raggiunge il cabinet in strada, da questo alla vostra abitazione il segnale passa sul tradizionale cavo di rame, se dal cabinet alla vostra casa la distanza è inferiore a 250 m.t., la performance è comunque buona.

3. FFTTE, questa è la tradizionale Adsl, il cavo di rame parte dalla centrale e raggiunge la vostra abitazione, mediamente su questa tecnologia passano i vari abbonamenti Adsl da 4 a 20 megabyte, ovviamente dichiarati ma mai garantiti.

Voglio infine ricordare che, se eventualmente vi trovate nella situazione di voler contestare un mancato rispetto dei termini contrattuali al vostro gestore, proprio per quanto riguarda la velocità della vostra linea, questa necessita di un test ufficiale, il quale monitora la linea, testandone i parametri per alcuni giorni.

Questa procedura è spiegata sul sito del quale vi riporto di seguito l'indirizzo: https://www.misurainternet.it

Per ulteriori spiegazioni, scrivere a: Giovanni Clerici



Torna alla pagina iniziale della consultazione delle riviste

Oppure effettua una ricerca per:


Scelta Rapida