Logo dell'UIC Logo TUV

Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti - ONLUS-APS

 

Uiciechi.it

torna alla visualizzazione del numero 14 del Uiciechi.it

Numero 14 del 2019

Titolo: Aggirare i menu ribbon in Microsoft Word, creando combinazioni di tasti.

Autore: Nunziante Esposito.


Articolo:
Aggirare i menu ribbon in Microsoft Word, creando combinazioni di tasti.

Di Nunziante Esposito.

In alcuni articoli precedenti, scritti dal Prof. Carlo Loiodice ma anche accennati da me, è stato già trattato questo argomento che di seguito cercherò di semplificarlo al massimo per dare la possibilità a tutti di poter adattare i software di Microsoft Office alle proprie esigenze ed avere meno difficoltà con i menu ribbon.

Sono parecchi anni ormai che Microsoft ha introdotto i menu ribbon al posto dei vecchi menu a tendina, e precisamente dalla versione di Office 2007. I primi menu ribbon introdotti con i software della Suite Office ha subito messo in crisi i disabili della vista. Infatti con la versione di Word 2007 siamo andati immediatamente in difficoltà e lo siamo stati fino a quando la Freedom Scientific non ha implementato la lettura di questi nuovi menu.
e in particolare Word. Con questi nuovi menu, non solo era difficoltoso trovare i comandi modificati come nome e come posizione, ma non si riusciva a capire come raggiungerli. ancora oggi non è semplice trovare i comandi e diciamo pure che non ci siamo ancora abituati ad usarli.

Per avere meno difficoltà ad usare questi menu ribbon, si può raggirare l'ostacolo usando le combinazioni di tasti. In parte tali combinazioni sono rimaste quelle di sempre, quindi, per chi è abituato ad usarle, le sta continuando ad usare. Però, per quelle che sono state modificate o per quelle che non sono state proprio implementate, si tratta di utilizzare la personalizzazione dei comandi di menu di cui Word è ricco, per ripristinare tali comandi.

Vediamo come fare per adattare le combinazioni di tasti che ci servono abitualmente e rendere il lavoro della scrittura meno oneroso e più semplice, come lo è sempre stato.

Procedura per adattare le combinazioni di tasti alle funzionalità solite di Microsoft Word, anche se vale pressoché per tutti i software di Office.


1. In Microsoft Word C'è un menu che è ancora quello di sempre, quindi, in Office 2007 e successive, troviamo il menu file. Scorrendo questo menu, si arriva alla riga "opzioni" e premendo invio, apriamo le opzioni nelle quali dobbiamo agire per ripristinare la funzionalità che ci serve. Per arrivarci prima, premiamo la combinazione di tasti alt più F per aprire il menu file e poi lettera O per aprire le opzioni.


2. Ci troviamo nella finestra con la multischeda delle Opzioni e, precisamente, sulla lista delle etichette che si possono scorrere con le frecce.

3. Con freccia giù, ci spostiamo fino a "Personalizzazione barra multifunzione".

4. Con Tab, ci spostiamo fino al pulsante "personalizza", e premiamo barra spazio.

5. Si apre una finestra per la personalizzazione con diversi campi tra i quali ci spostiamo con tab.

6. Nel primo campo, muovendoci con le frecce, sentiremo la sintesi pronunciare parole che sono le stesse che abbiamo sentito quando abbiamo attivato la barra dei menu. Solo che, invece di file, modifica, visualizza, eccetera, qui ne sentiamo delle altre in parte uguali e in parte differenti. Dunque sono quelle le parole che leggiamo esplorando il primo campo.

7. Con tab, ci spostiamo al secondo campo e con le frecce, sentiamo quelli che presto capiremo essere comandi. In realtà ce ne sono molti di più di quelli che appaiono nei menu o nei ribbon; ma su questo aspetto sorvoliamo, mantenendoci sui comandi che conosciamo.

8. Facciamo ora una prova pratica. per raggiungere la finestra delle impostazioni sulla quale siamo e partendo da un documento aperto, dobbiamo premere questa sequenza di tasti: Alt più f, lettera o; tante volte freccia giù fino a "personalizzazione barra multifunzione", alt più p e siamo nella nostra finestra di personalizzazione.



9. Nel primo campo dove ci troviamo , con freccia giù, scegliamo "scheda home".

10. Nel secondo campo, scendendo con le frecce, possiamo scorrere tutti i comandi possibili. Possiamo usare le frecce o le lettere iniziali. Con questa seconda modalità è ovvio che facciamo prima. Cerchiamo il comando Modifica.

11. Una volta trovato il comando Modifica, troviamo diversi comandi che sono su righe successive: Modifica Appunti di Word, Modifica copia, modifica incolla, modifica incolla speciale, Modifica selez. tutto, eccetera.

12. Se ci soffermiamo su uno di questi comandi e ci spostiamo con tab nel terzo campo, la sintesi dirà: "combinazione corrente" e vocalizzerà la combinazione, ammesso che ce ne sia una. Se non viene vocalizzata la combinazione di tasti, per essere sicuri che non ce ne sia una, bisogna premere insert più Tab.

13. Nei casi sopra elencati la combinazione esiste ma non per tutti. Infatti, se selezioniamo la prima voce, Modifica Appunti di Word, la combinazione non c'è, quindi, la possiamo creare. Ovviamente bisogna fare attenzione a scegliere le combinazioni di tasti, cercando di usare quelle che intuitivamente si riescono a ricordare facilmente.

14. Quando la combinazione non è stata implementata, come in questo caso, si preme tab e siamo sul campo "nuova combinazione".

15. Digitiamo alt di destra e la lettera Q, ed abbiamo creato la combinazione.

16. Premiamo tab fino a "assegna a" e premiamo barra spazio.

17. Siamo di nuovo sul comando, quindi, premiamo tab e poi insert più tab e ci viene letta la combinazione di tasti appena assegnata.

18, Anche il comando "Modifica trova" non ha più il comando assegnato in Windows 10, CTRL più Shift più T, quindi, trovandoci qui ci conviene assegnarlo.

19. Intuitivamente da quello che è stato spiegato sopra, si comprende che possiamo personalizzare tutti i comandi per le funzioni che ci interessano, quindi, soprattutto per coloro che erano e sono abituati ad usare con Word i comandi da tastiera, è possibile fare in modo di usare tutti i comandi usati con le vecchie versioni di questo software, anche se molte delle combinazioni di tasti sono già utilizzabili e senza doverle modificare. Per quelle che non sono implementate e per quelle che sono state modificate, si può ripristinarle ed usarle come abbiamo sempre fatto.

20. Per esempio, abbiamo le combinazioni tasti per formattare il testo, come centratura, giustificazione e allineamento che dobbiamo ripristinare. Sempre nella scheda Home dove ci troviamo, cerchiamo con la lettera P, la voce paragrafo e troveremo tutte le voci.

Nota bene:

- Nel caso avessimo sbagliato combinazione di tasti, quando siamo sul campo dove ci viene letta la combinazione con insert più tab, premendo canc, si elimina la combinazione, possiamo ripetere per correggere e siamo a posto.

- Da tenere presente che solo con il tasto alt si possono creare combinazioni di tasti in successione, aggiungendo a questo tasto altri due tasti. Con control si può usare solo uno. Però, si possono usare control più alt, control più shift, e alt più shift in combinazione con un altro tasto, compresi i tasti funzione.

- Quando abbiamo terminato di apportare modifiche, con tab raggiungiamo il pulsante chiudi e premiamo invio. Premiamo alt più F4 ed usciamo dalle opzioni di Word.

Anche se possiamo sbizzarrirci nel creare tutte le nuove combinazioni che vogliamo, vi esorto ad andarci con calma e, visto che è semplice configurare una nuova combinazione di tasti per una delle funzionalità previste, basta farlo quando ci rendiamo conto che quella funzionalità la usiamo spesso. Inoltre, se usiamo un criterio razionale per scegliere le combinazioni di tasti, sarà più facile ricordarsi gli abbinamenti tra la funzionalità e i tasti che sceglieremo.

Dalle indicazioni pratiche fornite sopra, è semplice eseguire questi adattamenti, ma se non si sa in quale scheda è posizionato il comando, dobbiamo armarci di pazienza e cercarlo. Ma se è un comando che usiamo spesso e che abitualmente lo troviamo nei menu, basta annotarsi a quale menu è associato e si sceglie nel primo campo proprio quella etichetta, dopodiché si cerca il comando nel secondo campo. Quando un comando è posizionato in un sottomenu, nella lista dei comandi lo troveremo con nomi composti ed il primo nome è quello del menu principale. Per esempio, se vogliamo cercare nel menu Home il comando Allinea a destra che si trova nel sottomenu del paragrafo, dobbiamo cercare Paragrafo Allinea a destra.

Per terminare, si intuisce facilmente che bisogna avere molto buonsenso e fare queste operazioni di adattamento o modifica solo se si sa quello che si sta facendo, evitando di metterci le mani se non ne abbiamo una certa padronanza.

Comunque, questo scritto, in parte già presente in scritti precedenti riferiti a Microsoft Word, l'ho ampliato e semplificato prendendo ad esempio le spiegazioni precedenti, per fare in modo che anche quelli meno esperti possono adattarsi o aggiungere da soli qualche comando, quindi, anche se ho fatto le raccomandazioni precedenti, vi esorto a cimentarvi a fare queste modifiche, ma per non combinare pasticci, meglio se le fate una alla volta, in modo che potete anche farvi un appunto e in caso d problemi, andare a eliminare le modifiche eseguite.

Nunziante Esposito



Torna alla pagina iniziale della consultazione delle riviste

Oppure effettua una ricerca per:


Scelta Rapida