Logo dell'UIC Logo TUV

Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti - ONLUS-APS

 

Corriere dei Ciechi

torna alla visualizzazione del numero 9 del Corriere dei Ciechi

Numero 9 del 2019

Titolo: RUBRICHE- L’Unione in movimento

Autore: Redazionale


Articolo:
Campo estivo per cani guida a Giffoni sei Casali
La Commissione Nazionale Cani Guida UICI e l'I.Ri.Fo.R. hanno deciso di organizzare, nel mese di settembre, dal 13 al 21, un campo estivo per non vedenti accompagnati, però, dai loro amici a quattro zampe. La località prescelta per questo 2019 è Giffoni Sei Casali in Campania. Il piccolo borgo, che fa parte del parco regionale dei Picentini, si trova in provincia di Salerno. Quando gli abitanti della distrutta Picenza, a seguito della vittoria dei romani sui picentini, decisero di trasferirsi alle pendici delle montagne, sorse il casale di Capitigliano. Questo nucleo abitativo si sviluppò intorno al tempio eretto da Silla al dio Giove, nel 1944 ha recuperato la sua autonomia dopo che era stato aggregato al comune di S. Cipriano Picentino. Giffoni Sei Casali è costituito da un'aggregazione di nuclei sparsi (gli originari casali che hanno dato il nome al comune): Capitignano (sede degli uffici comunali), Prepezzano, Sieti Alto, Sieti Basso, Malche e Capocasale. Il paese rientra della rete "Borghi Autentici d'Italia" ed è sede dell'omonima Associazione, nonché dell'Associazione Nazionale Città della Nocciola. Tra i suggestivi viottoli di Sieti la storia appare rivivere nella bellezza dei suoi palazzi gentilizi: il meraviglioso Palazzo Pennasilico, risalente al '500, che ospita ancor oggi al suo interno una suggestiva camera da letto divisa in due alcove finemente affrescate; il Palazzo Cingolo, che dall'alto della sua posizione domina l'intero paese e si caratterizza per la particolare corte interna nella quale è visibile un antico frantoio; il Palazzo De Robertis, risalente al XIV secolo e successivamente ampliato, che si distingue per le particolarissime torri circolari che lo delimitano e per i resti di un antichissimo impianto termale presente nelle sue cantine. Sempre a Sieti meritano di essere visitati la Chiesa di Santa Maria del Paradiso, le cui prime notizie risalgono al 1173, e l'antico Convento dell'Ordine dei Servi di Maria, fondato tra il 1422 ed il 1431 e sino al secondo dopoguerra sede ospedaliera. Spostandosi nel Casale di Prepezzano, si possono ammirare: la Chiesa di San Nicola che, fondata nel 1100, si distingue per i pregiatissimi affreschi visibili nella volta e per il meraviglioso campanile; i suggestivi ruderi della Torre di Corte Baronale della famiglia Viscido, signori di Calabritto, edificata nella prima metà dell'XI secolo. Nel Casale di Capitignano, invece, si può far visita alla Cappella della Trinità, rinomata per i suoi notevoli affreschi realizzati da Francesco e Scipione Plaitano.
Questo lo scenario dove si svolgerà la seconda edizione del campo estivo che vedrà protagonisti otto non vedenti accompagnati dai loro cani guida. Uno degli scopi dell'iniziativa sarà quello di permettere ai partecipanti, che non conoscono il cane come animale in senso generale e nel suo particolare ruolo di guida e di fondamentale ausilio alla mobilità, di raccogliere informazioni provenienti dagli operatori e da persone con disabilità visiva che ne fanno esperienza diretta ogni giorno nei più vari contesti di vita. Negli spazi di confronto si parlerà di alimentazione, premi e coccole, elementi basilari per la relazione con il cane, l'importanza del gioco, gestione in guida e in libertà, la comunicazione tra uomo e cane, toelettatura e cura del cane, leggi e regolamenti sull'accesso del cane guida ai diversi contesti di vita della persona con disabilità visiva, inoltre sono previsti dei momenti di racconto delle esperienze personali. L'iniziativa e tutte le attività ad essa collegata ,saranno coordinate da Elena Ferroni, coordinatrice nazionale della commissione cani guida UICI.



Torna alla pagina iniziale della consultazione delle riviste

Oppure effettua una ricerca per:


Scelta Rapida