Logo dell'UIC Logo TUV

Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti - ONLUS-APS

 

Voce Nostra

torna alla visualizzazione del numero 15 del Voce Nostra

Numero 15 del 2020

Titolo: In cucina- L'anguria

Autore: Redazionale


Articolo:
L'anguria (o cocomero) è uno dei frutti più dissetanti, rinfrescanti e ricchi d'acqua. È uno dei simboli dell'estate ed il frutto di stagione per eccellenza. Consumare una fetta di anguria in estate può darci molto sollievo e questo frutto, non a caso, è tipico proprio della stagione più calda quando abbiamo bisogno di una maggiore quantità acqua per idratare il nostro organismo. Una certa attenzione devono però prestare le persone le donne incinte e le persone che soffrono di diabete in quanto questo frutto ha un elevato indice glicemico. Consumare anguria in questi casi non è del tutto sconsigliato ma spesso si suggerisce di non esagerare mangiandone magari solo una fettina, meglio se accompagnata da qualche altro cibo ricco di fibre.

Insalata di anguria
Ingredienti: 1,7 kg di cocomero (anguria), 180 g di lattuga iceberg, 70 g di speck, 80 g di mandorle pelate, 40 g di semi di zucca decorticati, 30 g di olio extravergine d'oliva, menta q. b., sale fino q. b., pepe nero q. b., 20 g di aceto balsamico.
Per realizzare l'insalata di anguria prendere lo speck ed eliminare con un coltello la parte grassa, quindi ridurlo prima a listarelle e poi a cubetti e tenerlo da parte. Occuparsi della lattuga iceberg: tagliarla a metà, eliminare il torsolo centrale e tagliarla a listarelle sottili, lavare sotto l'acqua corrente la lattuga tagliata e poi asciugarla con un panno e tenerla da parte. Ora tostare in una padella ben calda prima le mandorle: 3 minuti circa a fuoco medio, girandole spesso basteranno. Fare lo stesso, in un'altra padella, con i semi di zucca ma ridurre il tempo: basterà 1 minuto. Tenere da parte.
Prendere l'anguria e tagliarla a metà, per ricavare la dose indicata nella ricetta; ricavare delle fette di circa 2 cm di spessore, eliminare la buccia e la parte più chiara dell'anguria che è amara e dura: ottenere circa 700 g di polpa.
Ricavare da ciascuna fetta dei cubetti di 2 cm, per finire eliminare i semini. Tutto è pronto per comporre l'insalata di anguria: in una ciotola capiente versare la lattuga iceberg, le mandorle tostate e i semi di zucca tostati, aggiungere lo speck a dadini, quindi salare e pepare a piacere e condire con l'olio di oliva.
Mescolare, poi unire per ultimi i cubetti di anguria, insaporire con l'aceto balsamico e mescolare ancora per amalgamare tutti i sapori. Per ultimo profumare con le foglioline di menta fresca.

Anguriata
Ingredienti: 8 kg di cocomero (anguria), 250 g di melone polpa, 2 pesche, 200 g di ciliegie, 300 g di ananas polpa, 100 g di limoni, 100 g di arance, 100 g di lamponi, 100 g di mirtilli, 250 g di fragole. Per il mix di succhi: 2 l di succo d'arancia, 1 l di succo di limone, 40 g di zucchero, 1 l di moscato.
Per preparare l'anguriata procurarsi un'anguria tonda e regolare, che stia in piedi se appoggiata sull'estremità inferiore ed eliminare la calotta a circa tre quarti della sua altezza. Se non dovesse stare in piedi, pareggiarla anche nella parte inferiore. Scavare l'anguria con l'aiuto di uno scavino a forma semisferica, fino a ricavare 500 g di polpa a forma di pallina e metterle da parte in una ciotola.
Ora procedere con la pulizia dell'altra frutta: tagliare il melone ricavando delle fettine spesse 1 cm e con degli stampini, per esempio a forma di cuore o stella, ricavare circa 500 g di polpa. Lavare e sbucciare le pesche, togliere il nocciolo e tagliare la polpa a cubetti.
Lavare le ciliegie, togliere loro il picciolo, tagliarle a metà ed eliminare il nocciolo. Passare all'ananas: tagliare via il ciuffo e poi la buccia tutta intorno, con un coltello a seghetto, in quanto molto dura e spessa. Dividerla a metà e tagliare la polpa a triangolini.
Lavare le fragole, eliminare il picciolo verde e tagliarle nel senso della lunghezza. Tagliare il limone e l'arancia a fette sottili e dividere in quattro parti.
A questo punto ricavare il succo da un limone e da due arance da filtrare e spostare in una ciotola capiente. Versare nel succo ricavato tutto il vino moscato, unire lo zucchero e mescolare bene. Versare il mix ottenuto nell'anguria scavata e delicatamente tutta la frutta sbucciata in precedenza a cominciare dalle palline di anguria.
Aggiungere poi le formine di melone, l'ananas e le fragole, le ciliegie, le pesche, e infine i lamponi e i mirtilli. Mescolare con un cucchiaio e coprire l'anguria con la calotta superiore tagliata all'inizio. Porre l'anguriata in frigorifero almeno per due ore ed eccola pronta bella fresca da servire in delle coppette monoporzione e decorare con gli spicchi di limone e arancia tagliati in precedenza!

Gazpacho all'anguria
Ingredienti: 1,2 kg di cocomero (anguria), 300 g di pomodori ramati, 100 g di peperoni rossi, 120 g di cipolle bianche, 15 g di aceto di vino rosso, 25 g olio extravergine d'oliva, 60 g di farina di mandorle, sale fino q. b., pepe nero q. b.
Per guarnire: 150 g di caprino, 25 g di panna fresca liquida, 25 g di mandorle in scaglie, fiori eduli q. b. e menta q. b.
Per preparare il gazpacho all'anguria cominciate dalla pulizia del frutto. Dopo aver tolto la scorza, tagliare la polpa a pezzi (ne serviranno 450 g) e mettere in una ciotola. Passare ai pomodori: staccarli dal rametto, sciacquarli, asciugarli e tagliarli a pezzi eliminando il picciolo.
Poi pulire il peperone e tagliare anche questo a pezzi grossi. Mondare la cipolla, sminuzzando grossolanamente anche questa. Spostare tutto nel frullatore: anguria, pomodoro, peperoni e la cipolla.
Azionare le lame e ottenere una purea. Trasferire in un recipiente con dentro un colino e setacciare scartando i residui di bucce e semi. Insaporire con aceto di vino rosso, olio, sale, pepe e farina di mandorle. Mescolare il tutto con una frusta e mettere in frigorifero per un'oretta.
Tostare le mandorle in una padellina per qualche minuto e tenere da parte. Infine preparare una crema al formaggio mescolando la panna con il caprino, amalgamare bene e trasferire in una sac-à-poche.
Versare il composto in un piatto fondo e guarnire con qualche ciuffo di caprino, le lamelle di mandorle e qualche fiore edule. Infine una fogliolina di menta ed ecco pronto il gazpacho all'anguria, servirlo freddo!



Torna alla pagina iniziale della consultazione delle riviste

Oppure effettua una ricerca per:


Scelta Rapida