Logo dell'UIC Logo TUV

Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti ETS - APS

 

Voce Nostra

torna alla visualizzazione del numero 16 del Voce Nostra

Numero 16 del 2021

Titolo: Ciao Matilde

Autore: Antonio Russo


Articolo:
Questo mio articolo vuole essere un modo per condividere un momento particolare e per riflettere sullo sport di tutti come momento di sensibilizzazione per i problemi legati alle varie disabilitÓ. Quando si dice Giochi Paralimpici, si vorrebbe intendere uguali alle Olimpiadi, quelle ufficiali, ma secondo me sarebbe necessario rivedere l'intestazione di questi giochi nel loro aspetto umano e sociale. Per questo, li chiamerei Giochi Olimpici-plus: sarebbe un modo per sottolineare come questo tipo di competizioni associate pu˛ dare pi¨ spazio a chi tutti i giorni vive quasi da solo le sue gare... pi¨ olimpiadi per affrontare un quotidiano che di questi tempi sembra sfuggirci di mano.
Buona lettura
Ciao Matilde. Abbiamo trepidato per te: ci siamo immersi nella magica atmosfera dei giochi paralimpici di Tokyo, abbiamo condiviso il tuo coraggio nell'affermare un principio di vita per tutti fondamentale, quello della partecipazione alle forme dell'esistere di questa nostra umanitÓ.
Hai gareggiato in Judo, sport difficile e altamente coinvolgente per chi lo pratica. Uno sport che, qualora ce ne fosse bisogno, incoraggia l'azione e la reazione per competere serenamente con chi lotta in gare aperte ad ogni possibile risultato.
Diciamo che per te a Tokyo le circostanze sono state poco favorevoli: hai incontrato subito un'avversaria di primo piano, descritta dai media del suo Paese, il Brasile, come una vera star di livello superiore. Ne prendiamo atto, ma a te Matilde l'onore di aver combattuto a testa alta per dire alla storia cosa possiamo fare noi sordociechi quando il futuro fatalmente ci riguarderÓ: potremo gestirlo.
A Matilde i migliori auguri per una vita piena nella serenitÓ degli affetti familiari e nella preziosa vicinanza dell'amicizia di tutti. A noi rimarrÓ il vivo ricordo di una comune esperienza di vita: forza ragazzi, il vivere ci chiama e le prove che dovremo affrontare per dire la nostra, in ogni campo, saranno veramente determinanti. Con e per gli altri.
Antonio Russo



Torna alla pagina iniziale della consultazione delle riviste

Oppure effettua una ricerca per:


Scelta Rapida