Logo dell'UIC Logo TUV

Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti - ETS-APS

 

Testo del Comunicato

Comunicato Numero: 101

Oggetto: Servizio Civile Volontario Nazionale: Doveri degli enti di servizio civile e infrazioni punibili con le sanzioni amminis

Data: 09/07/2018

Ufficio: SCN

Protocollo: 8986


In occasione delle verifiche ispettive compiute da funzionari dell’Ufficio Nazionale per il Servizio Civile presso alcune nostre Strutture che realizzano progetti per l’impiego di volontari, sono state rilevate gravi irregolarità per la mancata applicazione delle norme previste dal D.M. 22 novembre 2017 di approvazione del «Prontuario contenente le disposizioni per lo svolgimento delle funzioni di controllo e verifica sull'attuazione dei progetti di servizio civile nazionale. Doveri degli enti di servizio civile e infrazioni punibili con le sanzioni amministrative previste dall'art.3-bis della legge 6 marzo 2001, n. 64»

Nell’intento di fornire alle Strutture un immediato e riscontro comportamentale nella gestione del progetto e dei volontari, riteniamo opportuno, tenuto conto della frequenza delle irregolarità che di volta in volta sono state rilevate dai verificatori del SCN, riportare nel sottostante riquadro una sintetica esposizione della vigente normativa in materia:
DESCRIZIONE DELLA IRREGOLARITÀ SANZIONE EROGABILE
a) Mancata pubblicità del progetto;
b) Inosservanza, nelle procedure selettive, dei principi di trasparenza, di accesso ai documenti, di pubblicità e imparzialità, delle disposizioni previste dai Bandi per la selezione dei volontari;
c) Mancata pubblicità delle graduatorie;
d) Mancato rispetto dell’orario di servizio indicato nel progetto;
e) Assenza ingiustificata del volontario presso la sede durante l’orario di servizio;
f) Mancata osservanza della procedura, descritta nel contratto di servizio civile, per l’applicazione di sanzioni al volontario;
g) Mancata rilevazione delle presenze dei volontari;
h) Mancata comunicazione delle assenze dei volontari, anche ai fini del trattamento economico;
i) Mancata rilevazione delle presenze degli operatori locali di progetto;
j) Inosservanza della normativa riguardante la formazione generale e specifica dei volontari;
k) Parziale svolgimento dell’attività di monitoraggio interno, finalizzata alla valutazione dei risultati del progetto nonché alla verifica degli esiti della formazione svolta.



Diffida per iscritto
a) Particolare gravità o reiterazione delle violazioni che comportano l’applicazione della sanzione della diffida;
b) Impiego del volontario in attività non previste dal progetto;
c) Impiego del volontario presso altre sedi dello stesso progetto o in altri progetti;
d) Impiego del volontario presso sedi di attuazione non accreditate;
e) Violazione dell’impegno di garantire la presenza, in sede, dell’operatore locale di progetto indicato nella scheda progetto e per il numero di ore previsto;
f) Mancata erogazione ai volontari della formazione specifica nel rispetto dei tempi e del monte ore indicato nel progetto.


Revoca dell’approvazione del progetto
a) Particolare gravità o reiterazione delle violazioni che comportano l’applicazione della sanzione della revoca dell’approvazione del progetto;
b) Mancato svolgimento dell’attività di monitoraggio interno, finalizzata alla valutazione dei risultati del progetto nonché alla verifica degli esiti della formazione svolta;
c) Mancato avvio delle procedure per il riconoscimento dei crediti formativi, tirocini e competenze;
d) Mancata erogazione della formazione generale ai volontari, nel rispetto del monte ore indicato nel progetto.


Interdizione temporanea a presentare altri progetti della durata di un anno
a) Particolare gravità o reiterazione delle violazioni che comportano l’applicazione della sanzione della interdizione temporanea a presentare altri progetti;
b) Atti gravemente lesivi della dignità del volontari;
c) Richiesta ai volontari di somme di danaro;
d) Gravi mancanze nella realizzazione del progetto o di parte rilevante di esso, tali da pregiudicare il conseguimento degli obiettivi e da rendere il progetto stesso estraneo alle finalità previste dalla legge n. 64/2001
Cancellazione dall’albo

Ovviamente la casistica sopra riportata non è esaustiva di tutte le fattispecie che possono verificarsi per cui, per un completo quadro normativo, occorre sempre fare riferimento al D.M. citato in premessa.
Cordiali saluti.

Mario Barbuto
Presidente Nazionale
D'ordine del Presidente Nazionale Mario Barbuto
Eugenio Saltarel
Componente Ufficio di Presidenza


Struttura S.C.V. (RS/)
S:\SCV\Seddio Rita\SERVIZIO CIVILE\Verifiche ispettive\COMUNICATO x vademecum.doc

Download del File del comunicato

Scelta Rapida