Logo dell'UIC Logo TUV

Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti - ONLUS

 

CENTRO NAZIONALE TIFLOTECNICO

Il Centro Nazionale Tiflotecnico nel corso del quadriennio 1998-2001 ha confermato il suo ruolo di unica organizzazione esistente a tutt’oggi in Italia in grado di fornire strumenti tiflotecnici, progettati e distribuiti in proprio, al passo con le più avanzate tecnologie.

Durante questo periodo si sono verificati importanti momenti di transizione nell’organizzazione, a partire dall’inizio della riqualificazione operativa, che ha richiesto la messa a punto di un piano di miglioramento capace di conseguire i seguenti risultati:

In quest’ottica, e nel rispetto del nuovo regolamento amministrativo-contabile, è stato avviato l’iter per l’acquisizione della certificazione ISO 9000, grazie anche all’utilizzazione del software di gestione Passepartout che ha fornito un valido supporto per la predisposizione delle procedure di definizione di modalità, requisiti, controlli e responsabilità di gestione ed approvvigionamento. Le operazioni hanno anche comportato una significativa opera di svecchiamento del magazzino merci.

Nell’ambito del progetto per la creazione di altre sedi regionali del Centro, con la conservazione del ruolo centrale della sede di Roma, sono stati inaugurati i primi sei centri regionali distaccati nelle città di Genova, Cagliari, Napoli, Cosenza, Bari e Siracusa. L’obiettivo è quello di creare nei prossimi anni almeno una sede per ogni regione.

Più nel dettaglio, i risultati conseguiti sul piano organizzativo possono essere così schematizzati:

Il Centro ha anche curato il servizio di stampa per il periodico mensile "Voce nostra", destinato ai sordo-ciechi, nonché il consueto servizio di manutenzione e riparazione di apparecchiature informatiche per conto dei clienti e delle strutture dell’Unione.

Inoltre, è stato anche fornito un supporto logistico e tecnico durante la partecipazione ai progetti Vistel e Telemedicina, dei quali si riferisce nella sezione dedicata all’organizzazione.

Sono continuati i rapporti con l’Istituto per Ciechi "Francesco Cavazza", partner del Polo Informatico Nazionale istituito con la finalità di operare congiuntamente nel campo dell’informatica per non vedenti. Questa attività ha consentito di ampliare ulteriormente il campo di utenza e di destinare nuove risorse alla ricerca, nonché alla produzione e distribuzione di nuovi prodotti tiflo-informatici come quelli descritti in precedenza.

Nell’ambito dell’attività promozionale, va ricordata anche l’istituzione di un fondo di solidarietà da parte della Direzione Nazionale che ha consentito a molti soci di acquistare attrezzature informatiche piuttosto costose con modalità di pagamento rateizzato senza interessi.

Nello stesso periodo, infine, il Centro ha svolto una costante attività promozionale, tra l’altro partecipando ed esponendo i propri prodotti a Seminari e Convegni, sia esterni che organizzati in proprio o dalle strutture territoriali dell’Unione, garantendo in tal modo una sempre maggiore diffusione dell’informatica tra i minorati della vista ed aumentando, di conseguenza, la produttività della struttura a vantaggio del servizio reso all’utenza.

Scelta Rapida