Logo dell'UIC Logo TUV

Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti - ONLUS

 

Testo del Verbale

Data: 14/09/2016

FAND, CONSULTE E ASSOCIAZIONI DELLA DISABILITA’


Data: mercoledì 14 settembre
Orario: 14.30 – 16.15
Modalità di svolgimento: in audio-conferenza con modalità TALKYOO
1) Bozza statuto agenzia nazionale tutela diritti nell’area delle disabilità;
2) Comunicazioni del coordinatore;
3) Riferimenti dei componenti;
4) Varie ed eventuali.
Sono collegati telefonicamente il coordinatore della commissione Vincenzo Zoccano, il referente della commissione Hubert Perfler e i componenti Giuseppe Ambrosino, Francesco Barillà, Armando Giampieri e Nicola Stilla.
Svolge le funzioni di segretaria verbalizzante: Claudia Sferrazza
Apre i lavori il coordinatore Vincenzo Zoccano il quale comunica un resoconto del primo rapporto italiano relativo alla Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti delle persone con disabilità tenutosi a Ginevra. Il Comitato ONU ha esposto le sue preoccupazioni riguardo al coinvolgimento inadeguato delle associazioni. Manca un coordinamento tra i ministeri a livello nazionale che possa garantire un allineamento sulle linee politiche. L’unico modo per raggiungere questo obiettivo è quello di realizzare, presso la Presidenza del Consiglio, un dipartimento che favorisca l’attività delle associazioni in favore delle persone con disabilità. Questo garantirebbe alle associazioni un dialogo con il governo, con i ministeri e con il legislatore. Si potrebbe inserire un emendamento nella legge finanziaria secondo cui il governo o il parlamento, in presenza di un provvedimento legislativo che concerne la materia della disabilità, si impegnano a consultare il dipartimento per la disabilità.
Il coordinatore Vincenzo Zoccano comunica inoltre che l’UICI parteciperà alla Conferenza Nazionale sulle politiche per la disabilità che si terrà a Firenze, dove verrà affrontato anche il tema dei permessi per la circolazione nelle zone ZTL. Si ritiene opportuno unificare le risorse disponibili e creare un’unica voce. Le risorse per le associazioni che svolgono attività in favore delle persone con disabilità sono veramente irrisorie, bisogna far leva sulle istituzioni politiche per modificare questa situazione.
Si passa alla discussione del punto 1 dell’ordine del giorno. La Commissione Fand, consulte e associazioni della disabilità deve dare al Consiglio Nazionale un orientamento sulla formazione dell’Agenzia Nazionale tutela diritti nell’area della disabilità. Tale agenzia potrebbe essere condivisa con tutte le associazioni delle persone con disabilità. Nel caso in cui non si trovasse un largo consenso tra le associazioni, rimarrebbe un’agenzia per i diritti delle persone con disabilità visiva.
Il componente della commissione Nicola Stilla ritiene che in alternativa all’agenzia si potrebbe pensare a un ufficio o un dipartimento più snello senza ulteriori organi istituzionali, una sorta di ufficio giuridico di UICI. Secondo Stilla questa agenzia sta prendendo un’impostazione molto di struttura e poco di contenuto, anche in considerazione del fatto che si pensa di creare un organo che comprende tutto il movimento della disabilità.
Il componente della commissione Armando Giampieri chiede se l’agenzia sia stata ideata perché dal congresso si pensava di promuovere un movimento di avvicinamento e di piattaforma comune con le altre associazioni della disabilità. Il coordinatore Vincenzo Zoccano fa presente che si tratta di uno strumento più ampio con cui si intende andare verso questa situazione.
Il referente della commissione Hubert Perfler considera l’agenzia uno strumento valido e non sarebbe ipotizzabile che venga promossa solo dall’UICI.
Dopo un’ampia discussione la commissione presenta un orientamento di assenso. Se non si ottenesse il consenso delle associazioni, rimarrebbe una struttura interna. Se invece lo si ottenesse, tutte le associazioni potrebbero aderirvi.
Per quanto riguarda l’auspicabile fusione delle due grandi federazioni Fand e Fish, Vincenzo Zoccano propone il Fid come naturale contenitore e tutti i componenti concordano.
Il coordinatore Vincenzo Zoccano fa presente che bisogna fare una ricognizione per quanto riguarda la rappresentanza delle Fand a livello territoriale.
Il componente della commissione Armando Giampieri fa presente che nelle Marche c’è una lenta ripresa della Fand e persiste un confronto con la regione sia sui tagli alle associazioni in favore delle persone con disabilità. Si sta arrivando ad una delibera che assicuri l’assistenza didattica domiciliare, ma sussistono ancora problemi per quanto riguarda gli universitari e le persone pluriminorate.
Il componente della commissione Francesco Barillà fa presente che in Calabria ci sono grossi problemi di rappresentatività.
Il componente della commissione Giuseppe Ambrosino afferma che nella regione Campania si sente l’assenza di un organismo come la Fand e si è in attesa di un rinnovo di presidenza.
Vincenzo Zoccano afferma che è in atto una riorganizzazione della Fand territoriale e nazionale; benché a rilento il processo è avviato.
La riunione si conclude alle 16.15.

La segretaria di Commissione
Claudia Sferrazza


Download del File del Verbale

Scelta Rapida