Logo dell'UIC Logo TUV

Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti - ONLUS

 

Testo del Verbale

Data: 28/09/2017

CANI GUIDA


VERBALE RIUNIONE COMMISSIONE NAZIONALE CANI GUIDA

Data: giovedì 28 settembre

Orario: 15.00 – 17.30
Modalità di svolgimento: in audio-conferenza con modalità TALKYOO

Ordine del Giorno:

1. Organizzazione evento finale Campagna di sensibilizzazione società autostrade;
2. Valutazione dell’ipotesi di realizzare un raduno cani guida invernale;
3. Varie ed eventuali;

Sono collegati telefonicamente la coordinatrice della commissione Elena Ferroni, il vicepresidente dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti Stefano Tortini, la componente della direzione Katia Caravello, la referente della commissione Irene Balbo e i componenti Antonella Cavallo, Samuele Frasson e Ada Ammirata.
Assente giustificato il componente della commissione Simone Venza.

Svolge le funzioni di segretaria verbalizzante: Elena Fancello

La riunione si apre facendo riferimento al primo punto all’ordine del giorno. In tal senso la coordinatrice Elena Ferroni elenca il materiale a disposizione sulle interviste effettuate in tutte le stazioni della rete Autogrill in cui sono presenti i cartelloni: 8 audio della Lombardia, 13 video delle Marche, 4 audio ed 1 video della Toscana, 8 audio del Veneto (i video mancanti sono quelli di Leonardo Emilia Romagna) e quelli di Simone) (Piemonte) ed evidenzia l’importanza di raccogliere tutto il materiale per provare a realizzare un evento conclusivo della campagna pubblicitaria. Una delle proposte è quella di proiettare i video in questione ( o eventualmente delle immagini da accorpare agli audio in possesso) in tutti gli autogrill nei quali sono state fatte le interviste. Ciò in modo che ci sia un seguito alla campagna realizzata e una forma di ringraziamento a Società Autostrade.
La componente Antonella Cavallo chiede se si intende realizzare un montaggio dei video e come poterli diffondere.
Interviene la componente della Direzione Katia Caravello proponendo la possibilità di montare il materiale e di adattarlo in base all’evento che si deciderà di realizzare e di utilizzare le singole interviste anche in futuro ( ad esempio mandare in onda qualche intervista audio sulla trasmissione sul cane guida e conservare in ufficio le interviste come materiale di sensibilizzazione in generale da poter utilizzare per altre iniziative).
Viene fatta anche l’ipotesi di sfruttare Scodinzolando per realizzare una puntata sulle interviste raccolte.
La coordinatrice Elena Ferroni espone le ipotesi fatte sull’evento conclusivo:
• Data: si pensa ai primi di novembre a conclusione dell’effettiva presenza dei cartelloni presso gli autogrill , come una sorta di chiusura della campagna pubblicitaria prevista per il 31 ottobre;
• Luogo dell’evento finale: si è concordato su Roma, con sede da definire, ( preferendola anche a Milano dove vi è la sede dell’Agenzia di comunicazione Imageware ) perché faciliterebbe l’eventuale presenza del direttore della Società Autostrade e di altre autorità della politica;
• Durata: evento non lungo, 2 o 3 ore: si pensa di dedicare una parte dell’evento al lavoro di raccolta del materiale sul territorio in modo da consentire di spiegare i piccoli eventi di sensibilizzazione che sono stati fatti a corollario della campagna pubblicitaria. Si è ipotizzata anche la possibilità di fare una conferenza stampa collegata ad un altro evento (ad es. musicale).
Si collega da Roma il Vicepresidente Stefano Tortini al quale viene fatta una sintesi su quanto detto fino ad ora. Il Vicepresidente si complimenta con tutti per il lavoro svolto in occasione della campagna pubblicitaria, riferisce che ha contattato il Direttore della Società Autostrade e ricorda che per una politica aziendale la Società in questione non fa comunicati stampa congiunti con nessuno. Il Vicepresidente propone di contattare Società Autostrade al fine di poter avere un rappresentante ( preferendo la figura autorevole del Direttore ) all’evento conclusivo della campagna pubblicitaria.
Il Vicepresidente propone il suo impegno per gli inviti istituzionali (ricordando che la sede dell’evento a Roma faciliterebbe la presenza di un ministro o sottosegretario o di alcuni parlamentari) e invita tutti i componenti della commissione a riflettere sulla data dell’evento, sulla dimensione dello stesso dati i tempi stretti e gli eventi già in programma nel mese di novembre. Secondo il Vicepresidente Stefano Tortini sarebbe efficace realizzare un evento, non troppo strutturato e con una portata non troppo cospicua, gestibile a livello organizzativo, ai primi di novembre subito dopo la chiusura della campagna pubblicitaria.
La componente della Direzione Katia Caravello concorda con il Vicepresidente sul fatto di realizzare un evento di piccole dimensioni subito dopo la chiusura della campagna pubblicitaria e ipotizza un evento di più grande portata da realizzare più avanti.
In tal senso interviene il Vicepresidente proponendo di realizzare un’iniziativa grande, con un grosso impatto nell’anno 2018 (febbraio, marzo) e ipotizza una conferenza stampa di due/tre ore come evento conclusivo della campagna di sensibilizzazione. L’idea del Vicepresidente è quella di mostrare i video e gli audio raccolti durante le interviste ad una platea composta da autorità istituzionali, giornalisti, e da un pubblico selezionato (rappresentante degli esercenti, rappresentante di confcommercio, rappresentante di ferrovie, e i fruitori di cani guida) e di concludere la conferenza con un dibattito sugli argomenti che emergono dalle interviste.
Il componente della commissione Samuele Frasson propone di estendere l’invito anche al rappresentante di Federalberghi ( nella persona del direttore Nucci), al rappresentante Confesercenti e ai rappresentanti dei Taxi e la coordinatrice Elena Ferroni a tal riguardo ricorda che una delle domande poste durante le interviste relativa al libero accesso del cane guida potrebbe essere oggetto dell’eventuale dibattito.
La conferenza stampa, secondo il vicepresidente, potrebbe avere un grosso riscontro mediatico e un grosso impatto sul pubblico.
Vengono prospettate:
• le sedi possibili: Sala della Federazione Nazionale delle Istituzioni Pro Ciechi (molto grande e gratuita), sale della Camera dei Deputati (con tempi per le prenotazioni molto lunghi), sede centrale dell’Unione Italiana Ciechi ed Ipovedenti;
Lascia la riunione il vicepresidente e si continua a discute sulla possibile data nel mese di novembre e sul target delle persone da contattare come possibili relatori ( es. rappresentati delle diverse compagnie di Taxi, es. Presidente di Federasma). Si propone anche di invitare un medico allergologo che possa esporre agli albergatori come gestire l’eventuale situazione che si potrebbe creare durante l’incontro con una persona allergica.
Rimangono da decidere:
• Data;
• Definire bene la location;
• Scaletta eventuale dell’evento: si ipotizza di iniziare il dibattito con la presentazione della campagna, successivamente si intende proseguire con una sintesi su quello che è emerso dalle interviste e concludere con degli interventi e un dibattito su quanto emerso (es. si può introdurre il discorso sulla legge non chiara sui luoghi di lavoro). Si propone anche di coinvolgere delle persone che hanno avuto delle esperienze negative in modo da raccontarle e condividerle con tutti i presenti.
La coordinatrice della Commissione Elena Ferroni prende l’impegno di indagare sulla disponibilità della location (con il Presidente della Federazione Masto ) e propone di delineare meglio la struttura dell’evento al più presto anche mediante uno scambio di email e chiede l’invio di tutte le interviste per poter lavorare su tutto il materiale.
- La referente della commissione Irene Balbo sottolinea l’argomento dell’etichettatura in braille dei farmaci veterinari. I componenti della commissione discutono sull’utilità di tale etichettatura e la coordinatrice si prende l’impegno di portare tale argomento all’attenzione dei componenti della direzione nazionale che se ne potrebbero occupare.
Si passa al secondo punto all’ordine del giorno riguardante la valutazione dell’ipotesi di realizzare un raduno cani guida invernale. La coordinatrice della commissione Elena Ferroni fa presente che l’I.ri.fo.r ha raccolto la proposta avanzata dalla commissione di realizzare un raduno cani guida al sud in una struttura ben definita con dei costi non alti, precisamente ad Ascea Marina in Campania, per il mese di novembre – dicembre. L’idea è quella di raccogliere una popolazione diversa per dare attenzione al sud e a tal fine viene ipotizzato un weekend lungo ( da giovedì alla domenica). La coordinatrice chiede se è possibile proporre due iniziative: la settimana di vacanza sulla neve a gennaio a Barcis, come già presi accordi ed il raduno finanziabile da I.Ri.Fo.R. per dare attenzione al territorio del centro-sud. I componenti della commissione concordano che le due attività non si escludono a vicenda e convengono di organizzare il weekend lungo ad Ascea Marina per i giorni del 6-8 dicembre se si riuscirà o rimandarlo in primavera, dare notizia della settimana sulla neve a gennaio a Barcis e riproporre il raduno estivo come lo scorso anno.
La commissione decide quindi di proporre l’iniziativa e di raccogliere le adesioni per organizzare il raduno in forma più breve dei cani guida in Campania per il weekend dell’8 dicembre.
Lascia la commissione la coordinatrice Elena Ferroni e gli altri componenti discutono sull’accessibilità dei cani guida nei luoghi di culto e sul fatto che in alcuni casi vengono privati di esercitare il proprio diritto di culto.
La riunione si chiude alle ore 17.00.
La segretaria di commissione
Elena Fancello

Download del File del Verbale

Scelta Rapida