Logo dell'UIC Logo TUV

Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti - ONLUS

 

Testo del Verbale

Data: 22/10/2013

Commissione nazionale per la tutela dei diritti degli insegnanti


Alle 16:00 del 22 ottobre 2013, si riunisce, in conferenza telefonica, la Commissione Nazionale per la Tutela dei Diritti degli Insegnanti iscritti alla Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti.
Convocata con nota n. 15800 del 9 ottobre 2013, la riunione si svolge con il seguente ordine del giorno:
1. Comunicazioni del Coordinatore
2. Accessibilità dei registri scolastici
3. Lista docenti. Moderazione
4. Varie ed eventuali.
Sono presenti il Coordinatore Paolo Colombo e i Commissari: Michele Borra, Daniela Floriduz e Peppino Re.
Assenti il Responsabile operativo, Vitantonio Zito, e i Commissari: Marco Condidorio e Gian Mario Nieddu.
Verbalizza Marinica Mecca.

Alle 16:30, accertato che la Commissione è validamente costituita, il Coordinatore apre ufficialmente i lavori. Le comunicazioni, che egli svolge, vengono ricapitolate come segue.
• Com’è noto, il 15 ottobre, il Consiglio dei Ministri ha approvato la cosiddetta “legge di stabilità 2014”, ovvero il disegno di legge che reca le disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato. Acquisito agli Atti del Senato il 21 ottobre, al n. 1120, il d.d.l. dispone, all’art. 9, comma 20, l’istituzione, nello stato di previsione 2014 del Ministero dell’economia e delle finanze l’istituzione, di un fondo per il finanziamento di esigenze indifferibili, da ripartire tra le finalità indicate nell’elenco 1 allegato alla legge; tra tali finalità figurano, per una dotazione complessiva di 6.631.245 euro, la legge 12 gennaio 1996, n. 24, la legge 3 agosto 1998, n. 282, e la legge 23 settembre 1993, n. 379, con le quali è concesso un contributo annuo statale alla U.I.C., con vincolo di destinazione, nel secondo caso, al Centro nazionale del libro parlato e al Centro internazionale del libro parlato di Feltre e, nel terzo caso, all’I.Ri.Fo.R. e allo I.E.R.F.O.P.
Diversamente da quanto era stato annunciato, il d.d.l. non interviene sulle provvidenze economiche agli invalidi civili.
• Allo stato, l’Unione è impegnata nella presentazione di due proposte di leggi, l’una di modifica della legge 29 marzo 1985, n. 113, e, più specificamente, degli obblighi di assunzione dei centralinisti telefonici e degli operatori della comunicazione non vedenti; l’altra di istituzione della figura professionale dell’operatore del benessere e della salute non vedente e di previsione di quote di riserva per il collocamento di tali operatori. La proposta di legge di modifica della legge n. 113/1985, nel confermare che per ogni anno di servizio effettivo il centralinista telefonico cieco beneficia di quattro mesi di contribuzione figurativa utile ai fini del diritto alla pensione e dell’anzianità contributiva, prevede la maggiorazione di un terzo dei contributi annui utili a determinare la misura del trattamento pensionistico finale.
• È allo studio un’ipotesi di intesa con Italia Lavoro, che è società per azioni totalmente partecipata dal Ministero dell’Economia e delle Finanze e che opera come ente strumentale del Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali, per la promozione e la gestione di azioni nel campo delle politiche del lavoro, dell’occupazione e dell’inclusione sociale. L’intesa, laddove raggiunta, permetterà ai ciechi ed agli ipovedenti, in via di formazione o in cerca di occupazione, di fruire di servizi mirati di orientamento.

Concluse le comunicazioni, il Coordinatore introduce il tema dell’accessibilità dei materiali digitali e degli applicativi web usati nelle scuole. Sullo stesso argomento intervengono ordinatamente tutti i convenuti.
I Commissari concordano che gli organi direttivi nazionali debbano proseguire nelle attività di:
• Ampliamento delle tutele normative, mediante la modifica della legge 9 gennaio 2004, n. 4, e la ratifica del Trattato approvato dalla W.I.P.O., la World Intellectual Property Organization, a Marrakech lo scorso 17 giugno, in materia di eccezioni e limitazioni dei diritti editoriali in favore delle persone con difficoltà di lettura.
• Sensibilizzazione dell’opinione pubblica e delle Associazioni dei Consumatori.
• Pressing nei confronti del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca perché, in ottemperanza agli obblighi istituiti dalla legge n. 4/2004, sia garantita l’accessibilità dei dispositivi e dei materiali digitali impiegati nelle scuole, a fini didattici e formativi, e l’accessibilità dei servizi web realizzati dall’Amministrazione scolastica, centrale e periferica.
La Commissione sollecita gli organi direttivi nazionali a:
• Tenere informata la base associativa sul complesso delle azioni intraprese allo scopo di garantire che registri elettronici, libri di testo digitali, lavagne interattive multimediali, e ogni altro materiale informatico in uso nelle scuole siano accessibili e gestibili attraverso le strumentazioni assistive.
• Favorire lo sviluppo e l’aggiornamento delle competenze informatiche dei docenti iscritti all’U.I.C.I., tanto in servizio, quanto in via di formazione.
• Dedicare agli sviluppatori dei prodotti digitali, in uso nelle scuole, corsi di formazione sulla accessibilità informatica.
• Indagare e quantificare il disagio indotto dalla digitalizzazione delle attività scolastiche ai docenti, ciechi ed ipovedenti, attraverso il questionario, che il Commissario Peppino Re avrà cura di predisporre e far recapitare agli uffici della Presidenza Nazionale.
• Avviare delle azioni-pilota di tutela giudiziaria.
Infine, la Commissione raccomanda agli organi direttivi nazionali di contrastare in tutti i modi il digital divide, che rischia di rendere la pratica della professione docente difficile o, addirittura, impossibile per i ciechi.

Passando al successivo punto dell’ordine del giorno, i Commissari concordano che la mailing list docenti-uici è stata, nel corso degli anni, un utile e prezioso luogo di riflessione collettiva e che, volendo mantenere la comunicazione all’attuale livello di qualità, non è possibile aderire alla proposta, avanzata da qualche membro, di convertire il gruppo di discussione in un gruppo facebook. A commento delle recenti, immotivate intemperanze di alcuni iscritti, i convenuti, ad una sola voce, proclamano che la lista è sempre stata condotta in modo ineccepibile, ringraziano il Commissario Daniela Floriduz per l’ottima attività svolta in funzione di moderatrice e la pregano in modo così convinto e caloroso di mantenere l’incarico, da renderle impossibile rassegnare le dimissioni.

Alle varie ed eventuali, la Commissione, su invito del Coordinatore, discute brevemente del programma delle attività per il 2014, che, come già detto, deve includere ogni possibile azione finalizzata al superamento delle barriere informatiche. Oltre a ciò, tenuto conto che l’annuale seminario di aggiornamento nel 2013 è andato deserto, la Commissione propone, per il 2014, l’attivazione di moduli formativi on line e l’organizzazione di incontri in aula, su base regionale o interregionale.

Null’altro essendo da discutere, il collegamento è tolto alle 17:00.


La verbalizzante Visto e Approvato
Marinica Mecca Il Coordinatore Nazionale Paolo Colombo


Download del File del Verbale

Scelta Rapida