Logo dell'UIC Logo TUV

Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti - ONLUS

 

Testo del Verbale

Data: 05/02/2015

Commissione nazionale per i cani guida


Il giorno 5 febbraio 2015 alle ore 12,00 si è riunita, in modalità on line la Commissione Nazionale Cani Guida, convocata con nota n. 1056 in data 22.1.2015.
Partecipano alla riunione:
Giuseppe Terranova coordinatore
Ciniglio Vittorio componente
Baravalle Franca “
La signora Balbo Irene arriva in riunione alle ore 12,30
Assenti
Raffaeli Luigia componente
Zingale Fabrizio “
Chiricò Davide consulente
Assiste ai lavori con funzioni di segretaria della commissione la signora Anna Maria Sgroi.
L’avv. Terranova, aperta e dichiarata valida la seduta, porge il saluto del Presidente Nazionale e suoi personali.
Fa dare lettura dell’ordine del giorno:
1. Relazione programmatica: argomenti contenuti nel paragrafo riservato al settore di competenza della Commissione;
2. varie ed eventuali.
L’avvocato Terranova illustra i punti inseriti nella relazione programmatica per l’anno 2015 riguardanti l’argomento all’ordine del giorno

CANI GUIDA

Celebrare la Giornata Nazionale del cane guida tramite eventi a carattere nazionale e locale, volti a coinvolgere la stampa, le istituzioni e l'intera cittadinanza.

Promuovere momenti di sensibilizzazione all'interno della scuola pubblica, mirati a evidenziare il valore del cane guida per le persone non vedenti e la necessità di accogliere questi animali in ogni luogo senza pregiudizi.

Attivare un regolare servizio informativo e di consulenza, anche tramite radio web, riguardante la salute e il benessere del cane, gli eventuali atti discriminatori subìti, i metodi di addestramento, le problematiche di relazione legate alla presenza del cane e ogni altro tema connesso all'autonomia e alla mobilità.

Avviare iniziative volte a rendere più omogenei i programmi didattici e di addestramento, sviluppando un sistema stabile di relazioni con le scuole sul territorio nazionale, anche tenuto conto dell'attività della Federazione internazionale delle scuole cani guida per ciechi che promuove il rispetto degli standard.

Intrattenere un sistema permanente di relazioni con gli Ordini dei medici veterinari e con le apposite strutture pubbliche competenti.

Terranova comunica ai presenti che ha preso atto della lettera pervenuta via mail, da parte di più firmatari, e relativa alle difficoltà che i viaggiatori non vedenti incontrano sui voli sia nazionali che esteri, se accompagnati dal cane guida. La lettera lamenta la mancanza di uniformità di regole europee per il trasporto del cane e della certificazione riguardante la funzione sociale del cane guida.
Terranova precisa di avere precedentemente interpellato il prof. Cattani, consigliere nazionale e presidente della commissione EBU per le relazioni con le istituzioni europee che ha confermato che nell’EBU non esiste, purtroppo, una commissione competente per i cani guida.
Tuttavia, lo stesso, ha precisato che delle problematiche in parola si occupa la commissione autonomia.
Il coordinatore informa che da una rapida indagine si è potuto accertare che diverse compagnie aeree già erogano il servizio di assistenza ai minorati della vista che viaggiano accompagnati dal cane guida.
Non esiste una normativa europea uniforme in tutti gli stati europei. Sarebbe pertanto auspicabile un intervento volto ad armonizzare la legislazione in materia.
E’ stata evidenziata la necessità di una certificazione attestante la abilitazione del cane al servizio di accompagnamento delle persone non vedenti e di quella riferita al conduttore, ed è stato convenuto che sarebbe opportuno rappresentare l’argomento alle autorità competenti.
Il coordinatore dopo aver fatto presente che in passato aveva rappresentato la questione, si impegna a riproporla.
Il gruppo conviene sulla opportunità che le scuole per cani guida italiane, sulla scorta delle procedure seguite dalla Federazione Internazionale delle Scuole per Cani Guida (I.G.D.F.) adottino canoni uniformi circa l’addestramento dei cani guida e l’istruzione dei conduttori.
Per la celebrazione della Giornata del Cane guida nel 2015, Terranova comunica che ha già avuto contatti con il MIUR per indire un concorso nelle scuole; bisognerà pensare ad un tema da proporre.
Comunque è sempre molto importante che le strutture territoriali dell’Unione organizzino eventi per sensibilizzare l’opinione alla cultura ed alla importanza della funzione sociale del cane guida, e i componenti della commissione dovrebbero essere da supporto alle strutture periferiche.
Informa poi che l’indagine conoscitiva sui possessori di cani guida, fatta nel 2014, ha evidenziato che i ciechi conduttori di cani guida sono 436 ed il dato è stato rilevato dalle risposte di 77 sezioni.
I partecipanti sono poi invitati a dare suggerimenti relativi alle iniziative inserite nella relazione programmatica.
Irene Balbo si augura che la commissione, seppur in scadenza, venga più coinvolta nelle iniziative per il 2015.
Suggerisce che sarebbe opportuno studiare un solo simbolo comune per tutte le scuole, identificativo del cane guida da riportare sulla pettorina, menzionandolo conseguentemente nelle norme del codice della strada.
Franca Baravalle interviene sulla necessità di uniformare le regole di accesso del cane guida in aereo e sull’unificazione del simbolo sulla pettorina del cane guida.
Vittorio Ciniglio lamenta che i tempi di attesa per l’assegnazione del cane guida sono ancora lunghi.
A conclusione del dibattito il coordinatore saluta e ringrazia i partecipanti per l’apporto dato da ciascuno alla discussione.
I lavori hanno termine alle ore 13,30.
Il Coordinatore la Segretaria
Avv. Giuseppe Terranova Anna Maria Sgroi

Download del File del Verbale

Scelta Rapida