Logo dell'UIC Logo TUV

Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti - ONLUS

 

Testo del Verbale

Data: 01/03/2016

ISTRUZIONE E FORMAZIONE


Il 1° marzo 2016 si sono riuniti, in conferenza telefonica, i componenti della Commissione Istruzione e formazione.
Presenti in commissione: Marco Condidorio, coordinatore; Daniela Floriduz, referente; Francesco Busetti, componente; Peppino Lapietra, componente; Silvana Piscopo, componente e Marinica Mecca quale segretaria e verbalizzante della commissione medesima.

Diretti da Marco Condidorio, i lavori, iniziati alle 15:00 e conclusi alle 17:15, si sono svolti secondo l’ordine indicato nella lettera di convocazione (prot. 2648 del 24 febbraio 2016).
Il presente verbale, redatto secondo le indicazioni del Coordinatore da Marinica Mecca, ne costituisce una sintesi.
1. Insediamento
In conformità con i dettati dell’art. 22 dello Statuto e del corrispondente articolo del Regolamento sociale, la Direzione nazionale ha deliberato di attribuire, ad ognuno dei propri componenti, uno specifico settore di attività e di costituire, a supporto di ciascun settore, una o più Commissioni.
Il settore relativo all’istruzione, alla formazione e alla tutela dei diritti del personale scolastico non vedente è stato attribuito a Marco Condidorio, che, come da Regolamento, opererà in stretto collegamento con il Presidente nazionale e riferirà periodicamente alla Direzione.
La relativa Commissione è stata costituita il 28 gennaio. Ne sono stati nominati componenti: Francesco Busetti, Daniela Floriduz, in funzione di referente, Peppino Lapietra e Silvana Piscopo. La segreteria dell’organo è stata affidata a Marinica Mecca.
Marco Condidorio, di seguito “Coordinatore”, accertato che tutti i convenuti accettano la nomina, dichiara la Commissione regolarmente insediata alle 15:15.
2. Dalla mozione congressuale al programma annuale
La Commissione concorda che le risoluzioni approvate dal Congresso nazionale sono strettamente vincolanti e che è proprio, precipuo compito definirne le modalità e i tempi di attuazione. Peppino Lapietra segnala che dovrà essere posta speciale cura nelle attività di ricognizione e di monitoraggio, tenendo anche conto del fatto che le funzioni delle province di cui all’art. 1, comma 89, della legge 56/2014 sono tuttora in fase di riordino.
Il Coordinatore fa presente che, per evitare interferenze, o vuoti di azione, la Direzione nazionale ha affidato ad Eugenio Saltarel il coordinamento generale delle attività associative.
Gli interventi nel settore istruzione e formazione dovranno, in particolare, essere coerenti con quelli promossi nei settori: lavoro, nuove attività lavorative, ipovisione e pluridisabilità.
D’altra parte, sarà essenziale agire in rete con gli Enti collegati all’Unione, in particolare con la Biblioteca italiana per i ciechi, con la Federazione delle istituzioni pro ciechi e con l’Irifor. Si potrà, eventualmente, sottoscrivere un sorta di “manifesto” comune.
Il Coordinatore aggiunge che, in attesa che la Commissione venisse costituita, ha assunto due iniziative.
Ha, infatti, scritto ai Governatori delle venti Regioni italiane e ai Direttori degli Uffici scolastici regionali, per avere da essi notizia delle normative regionali di settore e degli stanziamenti disposti per i servizi di assistenza scolastica. Delle informazioni raccolte per questa via riferirà al più presto, in Commissione, in Direzione e in Consiglio nazionale.
Grazie ai buoni uffici del responsabile dell’Ufficio Disabilità della Direzione generale per lo studente, Raffaele Ciambrone, ha, poi, ottenuto di essere ricevuto dal Sottosegretario di Stato all’istruzione, Davide Faraone. Dell’incontro, fissato per il 3 marzo, viene detto più diffusamente al punto 5.
Il Coordinatore comunica che rappresenterà l’Unione ai tavoli istituzionali e inter-associativi, inerenti la scuola e la formazione, e che, nei casi in cui non potrà essere presente, le sue veci saranno svolte da Daniela Floriduz.
Prosegue, dicendo che il 22 dicembre 2015 è intervenuto, per conto dell’Unione, alla riunione di insediamento dell’Osservatorio per l’inclusione degli alunni con disabilità, ricostituito con decreto ministeriale 597 del 10 agosto 2015. Il decreto conferma che l’Osservatorio si compone di due organi: la Consulta delle Associazioni e il Comitato tecnico-scientifico. L’Unione è componente effettivo della Consulta, ma non del Comitato, di cui sono membri unicamente i Presidenti nazionali della Fand e della Fish, Franco Bettoni e Vincenzo Falabella. L’attesa è che il Presidente Bettoni deleghi il Coordinatore a rappresentarlo. Intanto, il 22 dicembre, al Coordinatore e a tutti i rappresentanti delle Associazioni presenti ai lavori della Consulta è stata data la facoltà di assistere anche ai successivi lavori del Comitato. Entrambe le riunioni sono state presiedute da Raffaele Ciambrone, che ha riferito, in maniera particolareggiata, dell’iter del decreto legislativo da adottare ai sensi della legge 107/2015, art. 1, comma 181, lettera c., finalizzato alla promozione dell’inclusione scolastica degli studenti con disabilità. Il Dirigente si è intrattenuto, specialmente, sulle contestazioni di parte sindacale e di parte accademica alle ipotesi di disciplina del ruolo del personale docente di sostegno e dei relativi percorsi di formazione universitaria. Ha, quindi, invitato i convenuti a esprimere il parere delle Associazioni o Istituzioni di appartenenza. Il Coordinatore ha ribadito che l’Unione condivide la richiesta della Fand e della Fish di recepire il testo della proposta di legge AC 2444 nell’emananda legge delegata. Nel suo intervento, il Coordinatore ha, inoltre, chiesto misure volte a garantire la fruibilità degli ambienti scolastici e la usabilità dei materiali scolastici digitali da parte degli alunni con disabilità visiva ed ha presentato la figura del tiflology assistant, di cui viene detto più diffusamente al successivo punto 5.
3. Assegnazione degli incarichi
Fermo restando che il Coordinatore è responsabile delle attività associative che ineriscono l’istruzione, la formazione e la tutela dei diritti del personale scolastico non vedente e che tutti i Commissari collaborano alla definizione di tali attività, si conviene che i compiti relativi alla tutela dei lavoratori non vedenti della scuola siano affidati a Daniela Floriduz e Silvana Piscopo.
Su proposta del Coordinatore, ciascun Commissario avrà cura di segnalare una o più persone, esperte della materia, che possano fare da collegamento tra la Commissione e il territorio.
4. Nomina dei moderatori delle liste di discussione istruzione-uici e docenti-uici
La Commissione valuta la proposta del Coordinatore di unificare le due liste di discussione tematiche: istruzione-uici e docenti-uici. Tenuto conto che i bacini di utenza delle due liste sono, almeno in parte, diversi; preso atto che Daniela Floriduz, che ha moderato le due liste fin dalla loro attivazione, è disposta a proseguire nell’attività; la Commissione concorda di mantenere operative entrambe le liste e che a moderare la mailing istruzione-uici e la mailing docenti-uici sia Daniela Floriduz.
Per facilitare la condivisione di documenti di lavoro, la loro archiviazione e la loro consultazione, il Coordinatore propone la creazione di un gruppo di discussione, riservato ai soli componenti della Commissione. La proposta è approvata. Il Coordinatore assume il compito di attivare il social group in Google.
5. Incontro con il Sottosegretario
Come accennato al punto 2., il Sottosegretario Faraone riceverà il Coordinatore il 3 marzo. All’incontro dovrebbe partecipare anche il Presidente Barbuto. Il Coordinatore intende richiamare l’attenzione del Sottosegretario sul fatto che è essenziale che gli alunni con disabilità visiva siano affiancati da docenti in possesso di adeguate competenze tiflodidattiche e possano fruire, in piena autonomia, dei materiali didattici digitali, off e on line. Il Coordinatore intende, inoltre, presentare al Sottosegretario la figura del tiflology assistant, oggetto di un master di 1.500 ore attivato dall’Università del Molise per l’a.a. 20515/2016, in collaborazione e con il contributo della sede centrale dell’Irifor. Il master, cui sono iscritti 27 allievi, verrà avviato il 18 marzo. Infine, il Coordinatore intende proporre al Sottosegretario la creazione di un nomenclatore scolastico, di modo che le scuole possano ottenere dal Ministero, piuttosto che dalle Aziende sanitarie locali, le tecnologie assistive necessarie ai loro alunni.
Il Coordinatore invita, quindi, i Commissari a suggerire ulteriori argomenti da sottoporre al Sottosegretario. Le indicazioni sono numerose e svariate. Francesco Busetti propone di segnalare che molte strutture UICI sono impegnate in attività simili a quelle del Centro di Brescia, recentemente elogiato dal Sottosegretario. Daniela Floriduz suggerisce di chiedere un monitoraggio dei percorsi di alternanza scuola-lavoro frequentati da studenti non vedenti o svolti in convenzione locale con l’Unione. Silvana Piscopo propone di chiedere che il MIUR solleciti le scuole, responsabili dei piani triennali dell’offerta formativa, ed i docenti nominati su posti per il potenziamento formativo a realizzare progetti mirati allo sviluppo delle competenze relazionali e comunicative. Marinica Mecca ricorda che sono stati pubblicati i bandi di concorso per il reclutamento del personale docente di ogni ordine e grado della scuola e che, pertanto, sarebbe opportuno chiedere garanzie sull’accantonamento di posti per i docenti con disabilità visiva, nell’ambito della riserva costituita ai sensi dell’art. 3 della legge 68/1999, e sull’accessibilità delle prove di esame e di quelle, eventuali, di simulazione. Considerata l’eterogeneità dei suggerimenti e visto che l’incontro tra il Sottosegretario e il Coordinatore è a scopo conoscitivo, Peppino Lapietra consiglia di attenersi al documento congressuale; chiede, inoltre, di presentare il master per tiflology assistant come corso sperimentale.
Il Coordinatore ringrazia, assicura che terrà conto di tutte le indicazioni offerte, chiede di fare avere, se possibile, delle brevi note esplicative e si impegna a riferire tempestivamente dell’esito dell’incontro.
6. Ipotesi di un seminario di studio
Il Coordinatore propone, per la prossima primavera, l’organizzazione di un seminario di studio sull’argomento “La legge 107/2015 in riferimento all’inclusione scolastica degli alunni disabili visivi”, da destinare ai docenti, per il sostegno e curriculari, e ai dirigenti scolastici. In linea generale, la Commissione è favorevole. Ritiene, tuttavia, che l’evento debba essere posticipato al mese di ottobre e che vada accompagnato da iniziative formative territoriali, rivolte a quanti, nelle strutture UICI, si occupano di scuola.
Null’altro di rilevante resta da segnalare.

F.to il Coordinatore Marco Condidorio
La verbalizzante, Marinica Mecca


Download del File del Verbale

Scelta Rapida