Logo dell'UIC Logo TUV

Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti - ONLUS

 

Testo del Verbale

Data: 06/07/2016

BENI CULTURALI E SERVIZI LIBRARI


Il giorno 6 luglio 2016, alle ore 15.00, si riunisce il Comitato di Gestione del Libro Parlato. Sono presenti: il coordinatore del comitato prof. Francesco Fratta e i componenti dott. Eugenio Saltarel, dott.ssa Katia Caravello. E’ altresì presente il direttore generale dott. Salvatore Romano. Segretario del comitato il capo servizio del Centro Nazionale del Libro Parlato sig. Giacomo Elmi.
I primi due punti all’ordine del giorno vengono trattati contemporaneamente:
1) resoconto dell’incontro con i rappresentanti del centro di produzione del libro parlato di
Brescia;
2) valutazione delle opzioni possibili (assunzione in carico diretto o convenzione)
dell’inquadramento del personale del centro di produzione di Brescia;
Fratta riferisce sull’incontro avvenuto con i responsabili del servizio del libro parlato di Brescia ed in particolare si sofferma sull’organico presente: un dipendente a tempo pieno ed un dipendente part time per il libro parlato, un dipendente della sezione con qualifica di capo tecnico impiegato al 30% ed una unità al 30% per le pulizie. Tale organico ha un’incidenza sui costi pari a € 78.000 annui. Dato che gli introiti derivanti da contributi da parte del comune, di fondazioni, di privati, ecc, si stanno assottigliando e non danno certezze, è opportuno valutare l’eventuale presa in carico del personale da parte della Sede Centrale. Detta operazione potrebbe comportare il rischio che, cambiando la denominazione del centro, i fondi seppur esigui che si potrebbero ancora avere, non potrebbero più essere richiesti. In alternativa all’assunzione diretta si potrebbe ipotizzare la stipula di una convenzione.
Su questo argomento si apre un dibattito dal quale emerge che il centro dovrebbe assumere l’identità di “Centro Nazionale del Libro Parlato – Centro di produzione di Brescia”; che le unità impiegate presso il centro vengano prese in carico da questa Sede Centrale, o con assunzione diretta o mediante rimborso alla sezione del corrispettivo. A questo proposito dovrebbe essere valutata la possibilità di portare a tempo pieno l’unità attualmente impiegata part time.
3) calendarizzazione degli incontri con i responsabili dei centri di produzione del libro parlato;
Viene ribadito che il coordinatore Fratta ed il capo servizio Elmi dovranno effettuare gli incontri con i responsabili dei centri: nell’immediato Lecce e Firenze. Avendo già trattato ampiamente la situazione del centro di Brescia, si conviene che, una volta definita la questione del personale, potrà essere effettuata la visita giusto per approfondimenti di carattere tecnico.
4) definizione dei tempi e delle modalità di chiusura dei centri di distribuzione. Eventualità di
accredito e gestione del fondo cassa mediante carta prepagata;
Per quanto riguarda i centri di distribuzione la linea da seguire è la chiusura immediata ponderando il coinvolgimento, come indicato dal Presidente Nazionale, delle sezioni provinciali nell’attività di download, magari riconoscendo loro un contributo economico per il maggiore impegno e previa formazione da effettuarsi possibilmente on line.
Valutare la possibilità di riconvertire il centro di Modena in centro di produzione con attività di download a supporto anche delle sezioni vicine.
Il personale del centro di Palermo potrebbe essere preso in carico, per un periodo di tempo, dal Consiglio Regionale.
Per quello di Firenze è già stabilito il trasferimento presso il centro di produzione; tale decisione è rimandata successivamente alla visita ai locali.
Per quanto riguarda la gestione del piccolo fondo cassa dei centri, si decide di passare all’utilizzo della carta prepagata, in alternativa al rimborso su c/c, per i centri di produzione. Per i centri di distribuzione conviene procedere con il rimborso su c/c fino alla loro chiusura.
Viene deciso di presentare tali proposte alla prossima assemblea dei quadri; dall’autunno, poi, si potrebbe già avviare la formazione on line.
5) proposta nominativi per istituendo comitato per la valutazione delle opere da registrare: Santo
Graziano, Bruna Sartena, Angela Mazzetti, Gennaro Iorio
Su questo punto Fratta informa i componenti circa la precedente commissione per la scelta delle opere da registrare; espone che ritiene utile il ripristino di questa commissione specificando che il suo compito non deve essere quello di decidere esclusivamente i titoli ma proporre le linee guida, prendere visione delle proposte che giungono via form da parte degli utenti ed operare un minimo di selezione. I nomo proposti, Santo Graziano, Bruna Sartena, Angela Mazzetti e Gennaro Iorio, lettori forti che spaziano in campi differenti, vengono accettati unanimemente.
6) varie eventuali
Per quanto riguarda la sostituzione del condizionatore presso il centro di Modena, viene accettata la proposta presentata dalla Presidenza sezionale.
Viene dato cenno delle diverse modalità di retribuzione dei lettori presso i vari centri di produzione; si conviene di approfondire la questione e di porre la rendicontazione all’o.d.g.del prossimo comitato di gestione.
Viene analizzata la richiesta avanzata dalla sezione di Firenze che vorrebbe realizzare un b&b in due locali seminterrati al civico 11 di via Fibonacci. Si rimanda ogni decisione successivamente alla visita programmata cercando di acquisire anche informazioni sulla effettiva proprietà dei locali.
Per quanto riguarda una segnalazione giunta dal centro di produzione di Firenze riguardante l’iniziativa della sezione locale, la quale avrebbe proposto all’Unicoop Firenze l’acquisto di un quantitativo di biglietti della lotteria senza informarne il centro di produzione il quale tiene i contatti con il suddetto ente, si decide di soprassedere.
La riunione termina alle ore 16,30.
Il capo servizio C.N.L.P.
Sig. Giacomo Elmi

Download del File del Verbale

Scelta Rapida