Logo dell'UIC Logo TUV

Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti - ONLUS

 

Testo del Verbale

Data: 07/03/2011

Commissione O.S.I.



1) Saluto del componente la Direzione e del coordinatore della Commissione OSI;

La riunione inizia con il saluto ai presenti del coordinatore e del membro della Direzione Salvatore Romano.


2) Insediamento della Commissione OSI;

Con l’assenza di Contestabile, Esposito per motivi tecnici di collegamento e di Baldi per dichiarata impossibilità aa partecipare si formalizza la struttura della Commissione OSI con i membri presenti: coordinatore Pagliucoli Franco, componenti: Massimiliano Martines, Simonetta Pizzuti, Vincenzo Zoccano, Giuseppe Fornaro, Luca Davanzo ed infine la segretaria Ricciardone Antonietta. Nunziante Esposito e Gaetano Contestabile, seppur non presenti per i motivi sopra addotti, hanno comunque dichiarato la loro adesione e piena condivisione di partecipazione ai lavori della commissione stessa.

3) La Commissione OSI nella realtà dell'Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti alla luce delle indicazioni Congressuali: organizzazione interna, obiettivi, e divisione dei compiti con particolare attenzione alle strategie fissate dai documenti congressuali;

Il coordinatore Pagliucoli, prendendo la parola delinea i dettagli (che vengono successivamente inoltrati in un documento ad hoc a tutti i componenti) relativi alle estrapolazione del documento congressuale con particolare attenzione a:

cms da proporre, dopo ulteriori test da parte dei componenti, alla Direzione come proposta operativa alle sedi locali dell’organizzazione.

Viene ribadito, con interventi di Martines, Pizzuti e altri, la necessità di procedere alla reiterazione dei contatti con la commissione ipovisione e con il polo nazionale nella identificazione di un algoritmo sui colori già iniziata nella precedente legislatura e che,ancora oggi non trova nelle indicazioni anche di enti internazionali come il w3c, una piena soddisfazione

Viene altresì riaffermata da diversi interventi, la necessità di procedere ad un ulteriore stimolo presso le competenti autorità ministeriali per una revisione ed aggiornamento del decreto della stanca al fine di determinare, anche alla luce delle evoluzioni tecnologiche, gli ambiti di un intervento cogente ed in linea con le indicazione sulle wcag 2.0.

Nel ripercorrere la mission della Commissione, e nel riaffermare gli obiettivi strategici che,però, dovranno avere delle priorità che dovremmo individuare, si delinea la necessità di ulteriori contatti della stessa commissione finalizzata alla stesura di un programma annuale capace di dare gambe alle innumerevoli esigenze sul tappeto; ciò nella consapevolezza che livelli differenti di priorità implicano ambiti di intervento dilazionati nel tempo e parcellizzati secondo le forze e le diverse disponibilità.
4) Le attività collaterali alla Commissione OSI (uichelpexpress, sito, mailing list, help telefonico, ecc.): determinazioni;

Interviene Giuseppe Fornaro che procede alla esposizione dei differenti ambiti in cui si articola l’attività collaterale dell’OSI; uichelpexpress, lista di discussione, servizio telefonico di ausilio e assistenza a programmi e prodotti per minorati della vista.
In tale ambito si rileva la necessità di inserimento di un esperto per prodotti Apple e dispositivi mobili tipo Iphone: si procederà, rapidamente e per le vie brevi, ad un sondaggio tra persone conosciute per saggiarne la disponibilità al servizio in questione.

Viene rilevata anche la necessità di reiterazione di un corso formativo per coloro che forniscono assistenza, pur ritenendo che, per motivi di opportunità, una tale richiesta vada calendarizzata per il prossimo anno.

Mentre, invece, si ritiene di dover far emergere, come elemento di delibera, il corso di formazione, in collaborazione con le attività I.RI.FO.R., relativo ai referenti regionali sui siti web con particolare attenzione al CMS identificato e, dopo i test finali, proposto alla Direzione come – prodotto – da fornire alle realtà locali.


5) Strategie e priorità: i siti istituzionali delle sedi locali, costruzione, controllo, manutenzione e aggiornamento; quali prospettive?

Si rileva la necessità di valutazione di un cms da proporre, dopo ulteriori test da parte dei componenti, alla Direzione come proposta operativa alle sedi locali dell’organizzazione per perseguire i seguenti obiettivi:
1) supporto e semplicità d’uso di prodotti finalizzati alla stesura di pagine web da parte delle sezioni e dei consigli regionali;
2) layout comuni di identificazione dell’associazione;
3) semplicità d’aggiornamento delle pagine web locali evitando siti non aggiornati e quindi non congrui alle esigenze degli utilizzatori.

Testato il prodotto si procederà anche con la richiesta, ad I.RI.FO.R., della strutturazione di un corso di formazione per responsabili regionali; in ambito alla discussione interviene Davanzo che ponendo la possibilità di ulteriori test su differenti piattaforme di e-learning, delinea l’opportunità di poter provvedere alla individuazione di una piattaforma usabile.
Nel ribadire la mission della Commissione, e nel riaffermare gli obiettivi strategici che,però, dovranno avere delle priorità che dovremmo individuare, si delinea la necessità di ulteriori contatti della stessa commissione finalizzata alla stesura di un programma annuale capace di dare gambe alle innumerevoli esigenze sul tappeto; ciò nella consapevolezza che livelli differenti di priorità implicano ambiti di intervento dilazionati nel tempo e parcellizzati secondo le forze e le diverse disponibilità.

6) Varie ed eventuali.

Vincenzo Zoccano introduce sulla firma digitale e sulla opportunità di provvedere ad una integrazione del GDL appena ricostituito con la memoria storica dello stesso gruppo; resta, comunque, opportuno la presenza nel gruppo di rappresentanti della Commissione OSI.

Salvatore Romano espone la nuova struttura del GDL della firma digitale che è passata dalle competenze UIC a quella di I.RI.FO.R..In attesa della riunione di insediamento, ma l’obeittivo è e rimane quello, oltre che di integrare con componenti OSI, anche di allargare la platea di test su altri Enti erogatori del servizio di firma digitale.

Massimiliano Martines introduce la opportunità di partecipazione al convegno sulla accessibilità del software per ipovedenti (Roma); il coordinatore comunica di aver provveduto ad informare la presidenza in merito, mentre si rileva la necessità di far intervenire anche la Commissione Ipovisione per un intervento sinergico e coordinato.

Il coordinatore comunica di aver provveduto, tramite la segreteria della Commissione, al recupero del pc portatile di Sabato De Rosa da fornire al nuovo componente del servizio di assistenza telefonica De Cola.
Si provvederà quanto prima e dopo la ripulitura e riconfigurazione dello stesso pc, alla consegna dello stesso.
Romano si dichiara disponibile a contattare sia Subvision che, eventualmente, altre aziende primarie nella fornitura di software assistivo, a supporto delle attività di assistenza telefonica del gruppo.

Martines si occuperà, invece, dei contatti con Microsoft Italia (Masini) per le licenze di tali prodotti.
Per rendere il tutto più efficiente si delibera,infine, di affidare a Fornaro la stesura di un elenco di aziende e relativi software che potrebbero essere utilmente fruiti nell’attività di assistenza e procedere, successivamente, ai contatti per reperirne le licenze d’uso.

Vincenzo Zoccano introduce i differenti utilizzi di accesso all’home banking di diversi Istituti di Credito: dalla discussione, sulla quale intervengono tutti i presenti, si rileva (e per questo sarà promossa richiesta di approfondimento normativo al CDG) una evidente difformità di trattamento che lascia intravvedere livelli di discriminazione non eludibili sia nell’accesso ai servizi forniti, sia nella possibilità di risparmio preclusa in casi di poca usabilità sia dei siti che dei dispositivi di accesso alle attività di home banking.
Si delibera:
1) di revisionare le – linee guida – a suo tempo prodotte e condivise con ABI, sulla accessibilità dei siti bancari e sui servizi da essi offerti;
2) di coinvolgere, nell’adesione a tali linee guida, anche gli Istituti di Credito non aderenti ad ABI;
3) di perseguire, tramite la formale presenza dell’UIC, ogni qualsivoglia iniziativa di sensibilizzazione e di contatto per promuovere ed incrementare l’adesione alla installazione di bancomat accessibili ed usabili (sulla falsariga di quanto sviluppato ad esempio, con BNL);
4) di promuovere ogni altra iniziativa finalizzata al miglioramento della usabilità di siti bancari e dei loro servizi.

Esauriti gli argomenti all’ODG la riunione viene sciolta alle ore 13.15.
Il coordinatore
Pagliucoli Franco
La segretaria
Antonietta Ricciardone


Download del File del Verbale

Scelta Rapida