Logo dell'UIC Logo TUV

Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti - ONLUS

 

Testo del Verbale

Data: 30/06/2011

Commissione nazionale pluriminorati


Insediamento commissione

La Commissione Nazionale Pluriminorati si riunisce il giorno 30 giugno alle ore 10.00 in modalità on-line, avvalendosi del programma Talkyoo.
I presenti sono:
Luigi Gelmini
Riccardo Chiarelli
Angela Mazzetti
Antonio Passaro
Angela Pimpinella
Eugenio Saltarel.
Assente: Tommaso Di Gesaro, Americo Montanaro, Joseph Stockner.
Assiste ai lavori la dott.ssa Simona Clivia Zucchett.

Ordine del giorno:
La riunione ha inizio alle ore 10,00 per discutere il seguente odg:
1. Saluto e comunicazioni del coordinatore.
2. Relazione sulla realtà territoriale di ogni componente della Commissione.
3. Dibattito generale sul mancato avvio della lista di discussione.
4. Esposizione da parte della Dr.ssa Angelina Pimpinella del contenuto del Convegno tenutosi in Germania.
5. Iniziative da intraprendere nel periodo autunnale.
6. Varie ed eventuali.

Il Coordinatore Nazionale Luigi Gelmini apre la riunione porgendo i suoi saluti e comunicando che la Giunta comunale di Roma ha delibato in merito alla modifica del piano regolatore del Centro Polifunzionale per Pluriminorati e ha rimandato il tutto al Consiglio Comunale.
La Segretaria di Commissione fa un quadro generale delle risposte territoriali in merito alle nomine a livello provinciale e regionale dei referenti per i Pluriminorati, si è evidenziato, che nonostante il sollecito fatto con circolare n. 163, le risposte a livello territoriale rimangono esigue. A tal proposito, Gelmini propone di fare una trasmissione Parla con l’Unione dove invitare i responsabili territoriali dei pluriminorati presenti in Italia.
Prosegue la discussione la Prof.ssa Angela Mazzetti che espone la situazione del proprio ambito territoriale di competenza, dove sono presenti una decina di persone adulte pluriminorate che trovano assistenza presso degli appositi centri diurni. La Mazzetti sottolinea che le problematiche più complesse riguardano i ragazzi durante la fase di scolarizzazione e le loro difficoltà frequenti nell’acquisire i certificati necessari per poter essere inseriti in una fase successiva in cooperative.
La Mazzetti conclude, comunque, evidenziando che la problematica più complessa e difficoltosa è sicuramente quella dei bimbi pluriminorati e a tal proposito sarebbe fondamentale che si infittiscano le collaborazioni tra le realtà provinciali e le sezioni di neuropsichiatria infantile delle singole Asl.
Prosegue Gelmini, esponendo la situazione drammatica della Asl 20 di Verona, che precedentemente pagava le rette nei vari istituti per pluriminorati e che oggi, a causa dei tagli economici si ritrova con pochissimi fondi.
Interviene Saltarel, il quale mostra una grande preoccupazione nei confronti di un regolamento UE, che impone alle amministrazioni pubbliche di affidare alcuni settori di competenza alle cooperative, quest’ultime scelte tramite appalto. Saltarel auspicherebbe di ottenere una deroga per le cooperative di carattere sociale ed esimerle da gare di appalto. Prosegue parlando della situazione in Liguria dove è presente l’Istituto Chiassone con “10 posti fissi”, “5 posti temporanei” e “2 posti urgenti”, inoltre è garantito un centro diurno ma destinato solo a chi ha già superato la fase della scolarizzazione. I bambini, invece, vengono seguiti a casa con operatori specializzati.
Interviene Passaro che espone la situazione sul territorio laziale dicendo che sia Roma che Viterbo vantano un gran numero di istituti destinati ai pluriminorati specializzati sia nella riabilitazione che nelle attività educative-conoscitive.
Prosegue la Pimpinella che evidenzia che le famiglie spesso non hanno riferimenti e si trovano in grande difficoltà. Cita l’ Associazione Roberto Weir che si sta occupando, attualmente, di bambini sordo ciechi quindi, non sarebbe male creare un momento di dialogo con tutte queste associazioni ad esempio organizzando una trasmissione ad hoc di Parla con l’Unione per le famiglie di bambini pluriminorati.
Passaro però puntualizza che è necessario valutare l’effettiva qualità del servizio somministrato da queste associazioni.
Gelmini introduce la problematica della lista di discussione dicendo che se Montanaro in brevissimo tempo non avvia il tutto dovrà intervenire ed impegnarsi Saltarel che ha mostrato la sua disponibilità nonostante i numerosi impegni.
La Pimpinella fa un report in merito alla riunione dei sordo-ciechi dell’EBU che si è tenuta ad Hannover dove il suo gruppo di lavoro ha accettato la sua idea dedicarsi ad attività specifiche dei sordo-ciechi. Inoltre, la Pimpinella è stata nominata coordinatrice del Forum delle donne sordo-cieche il cui Comitato scientifico si riunirà in Svezia a settembre. Il forum, spiega la Pimpinella, nasce da un’ indagine conoscitiva avvenuta tramite la somministrazione di appositi questionari.
Prende la parola il Prof. Chiarelli il quale coglie la provocazione lanciata dalla Mazzetti, secondo cui è necessario infittire i rapporti tra sezioni provinciali e i reparti di neuropsichiatria delle Asl e inoltre, bisognerebbe scegliere le cooperative sociali in base alla valutazione di adeguate competenze.
Gelmini invita i componenti della commissione a svolgere un’indagine conoscitiva a livello territoriale di quanti sono i centri di riabilitazione ed formazione destinati ai pluriminorati.
Infine, i membri della Commissione propongono la convocazione di una riunione fisica a Roma a fine settembre impegnandosi a sostenere le spese di viaggio.
Il segretario di Commissione
Dott.ssa Simona Clivia Zucchett


Download del File del Verbale

Scelta Rapida