Logo dell'UIC

Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti

 

Situazione vaccinale e resoconti regionali


Regione: Sardegna

Presidente: Rosa Pintor

Aggiornato al 21 Aprile 2021

in riferimento al comunicato 33 del 20 aprile 2021, ti comunico quanto segue:

analogamente a quanto sta accadendo in tutto il territorio nazionale, la campagna di vaccinazione sta procedendo in maniera non omogenea anche nelle diverse province sarde.

In data 25 marzo 2021 sono stata ricevuta dall'Assessore regionale alla SanitÓ Dottor Nieddu a cui ho espresso le preoccupazioni dell'intera categoria.

L'Assessore ha assicurato il massimo impegno garantendo che le legittime richieste dei cittadini con disabilitÓ non saranno disattese.

Nel frattempo, nelle province di Cagliari, Nuoro e Oristano, i cittadini con disabilitÓ visiva sono ancora in attesa di essere convocati per la vaccinazione.

Risultano vaccinati solo coloro che sono stati convocati per etÓ o che si siano prenotati autonomamente.

Nella provincia di Sassari, a seguito dei contatti stabiliti sin dai primi di febbraio dal Presidente UICI Franco Santoro col dirigente ATS responsabile del Nord Sardegna per la campagna di vaccinazione, in data 10 aprile 2021 sono stati eseguiti circa 120 vaccini Moderna e AstraZeneca a soggetti ciechi e ipovedenti del nord Sardegna e ai loro caregiver provenienti da Sassari, Olbia, Arzachena, Ozieri, Castelsardo e Alghero e a breve Ŕ prevista la vaccinazione di un secondo gruppo di disabili visivi e dei loro accompagnatori.

In data odierna (21.04.2021) Ŕ stata emanata una nota della Regione Autonoma Sardegna con la quale si specifica che le persone con elevata fragilitÓ, di cui fanno parte i soggetti che hanno un'esenzione per patologia fra quelle specificatamente indicate nell'elenco che sarÓ disponibile a breve sul portale regionale sardegnasalute.it, i disabili gravi e i soggetti estremamente vulnerabili in carico ai centri specialistici (pazienti oncologici sottoposti a terapia, diabetici con danno d'organo e affetti da malattie rare), indipendentemente dal loro anno di nascita, saranno contattati direttamente dall'ATS a partire dal 22 aprile".

Seguir˛ con massima attenzione l'evolversi degli eventi e in presenza di criticitÓ sarÓ mia premura contattare l'Assessorato regionale alla SanitÓ e tenerti aggiornato.

Scelta Rapida