Logo dell'UIC Logo TUV

Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti - ONLUS

 

Testo del Verbale

Data: 09/01/2014

Comitato tecnico fisioterapisti


Alle 16:40 del 9 gennaio 2014, si riunisce, in conferenza telefonica, il Comitato Tecnico-Scientifico dei Fisioterapisti Soci dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti.
Convocata con nota n. 19452 del 19 dicembre 2013, la riunione si svolge con il seguente ordine del giorno:
1. Comunicazioni del Coordinatore
2. Attività per il 2014
3. Varie ed eventuali.
Sono presenti il Direttore e Coordinatore nazionale del settore Lavoro, Paolo Colombo, il suo Delegato, Vitantonio Zito, il Coordinatore e i Componenti del Comitato: Giuseppe Vitale, Francesco Ciardone, Samantha De Rosa, Mirella Gavioli e Alfio Pulvirenti.
Presiede il Direttore Colombo.
Verbalizza Marinica Mecca.

Alle 16:40, accertato che la Commissione è validamente costituita, il Direttore apre ufficialmente i lavori. Le comunicazioni, che egli svolge, vengono ricapitolate come segue.
• Lo stato di salute del Presidente Nazionale è in costante miglioramento, tanto che, verosimilmente, sarà in grado di tornare ad esercitare le funzioni proprie della carica entro la fine del mese. La notizia rallegra e rincuora tutti i presenti.
• Sono stati presentati alla Camera dei Deputati i progetti di legge “Modifiche alla legge 29 marzo 1985, n. 113, in materia di disciplina del collocamento e del rapporto di lavoro dei centralinisti telefonici e degli operatori della comunicazione con qualifiche equipollenti minorati della vista”, e “Disciplina della figura dell’operatore del benessere e della salute non vedente”. Prima firmataria dei due atti, rubricati, rispettivamente al n. 1779 e al n. 1815, l’onorevole Chiara Gribaudo, eletta nella Circoscrizione Piemonte 2, componente della XI Commissione Permanente “Lavoro pubblico e privato” ed appartenente al Gruppo Parlamentare del Partito Democratico. La proposta di legge di modifica della legge n. 113/1985, nel confermare che per ogni anno di servizio effettivo il centralinista telefonico cieco beneficia di quattro mesi di contribuzione figurativa utile ai fini del diritto alla pensione e dell’anzianità contributiva, prevede la maggiorazione di un terzo dei contributi annui utili a determinare la misura del trattamento pensionistico finale. Laddove approvata, la norma permetterà di superare le incertezze che sussistono circa le condizioni alle quali i lavoratori ciechi possono accedere alla liquidazione anticipata della pensione.
• Il 28 novembre 2013, a Roma, presso Palazzo Valentini, è stato svolto, come da programma, il convegno “Il rischio di esclusione dal lavoro dei ciechi e degli ipovedenti: realtà ed ipotesi di soluzioni”. La registrazione audio dei lavori è disponibile on line, nella sezione “Archivio Multimediale” del sito “uiciechi.it”. Considerato il positivo esito dell’iniziativa, la Presidenza Nazionale ha intenzione di organizzare un nuovo evento, avente per tema il lavoro, nel prossimo autunno o nella primavera successiva.
• La Direzione Nazionale ha stabilito che la Sede Centrale sopporterà le spese del ricorso giurisdizionale proposto dinanzi al Tribunale Amministrativo della Campania avverso la deliberazione recentemente assunta dal Comune di Montella in ordine alla consistenza e all’inquadramento del personale dipendente. Il provvedimento non adibisce alcun operatore al funzionamento del centralino telefonico municipale, laddove l’art. 3 della legge n. 113/1985 fa obbligo ai datori di lavoro pubblici di assumere, per ogni centralino dotato di uno o più posti di lavoro, ed è il caso del centralino del Comune di Montella, uno specificato numero di centralinisti ciechi. La vertenza viene segnalata per il valore di azione pilota che la Direzione Nazionale le riconosce.
• Nella puntata del 12 gennaio 2014 di “L’Arena”, la trasmissione in diretta televisiva, in onda su Rai 1, dalle 14:00 alle 15:00 della domenica, il conduttore del programma, Massimo Giletti, affronterà il cosiddetto tema dei “falsi invalidi”. Data l’impossibilità del Presidente Daniele di essere presente, interverrà in trasmissione il Direttore.
• Il 16 gennaio 2014, lo stesso Direttore incontrerà alcuni responsabili di Italia Lavoro, la società per azioni totalmente partecipata dal Ministero dell’Economia e delle Finanze, che opera come ente strumentale del Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali, per la definizione di una possibile intesa, finalizzata all’attivazione di un Servizio di Intermediazione al Lavoro, destinato unicamente ai ciechi e agli ipovedenti, di accompagnamento alla scelta professionale, all’inserimento lavorativo, al mantenimento, all’aggiornamento e al perfezionamento delle competenze acquisite e, nel caso, alla ricollocazione professionale. L’organizzazione e la gestione del Servizio dovrebbero, secondo i disegni, essere affidate ad una delle Agenzie per il Lavoro, autorizzate dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e con consolidata esperienza, come Obiettivo Lavoro o Rete Lavoro.
• Com’è noto, il decreto-legge 18 ottobre 2012, n. 179, convertito con modificazioni dalla legge 17 dicembre 2012, n. 221, all’art. 15, comma 4, stabilisce che a decorrere dal 1° gennaio 2014, i soggetti che effettuano l’attività di vendita di prodotti e di prestazione di servizi, anche professionali, sono tenuti ad accettare anche pagamenti effettuati attraverso carte di debito. La disposizione è stata tempestivamente segnalata al Responsabile del Centro Ricerca Scientifica dell’U.I.C.I., componente della Direzione Nazionale, Salvatore Romano, il quale è tuttora impegnato nello studio di una soluzione che renda compatibili i software per i pagamenti attraverso carte di debito con i software assistivi.

Prima di passare ad altro, il Direttore e il suo Delegato si congratulano vivamente con i Componenti del Comitato per l’ottimo lavoro che stanno svolgendo e che, nel corso dell’anno, ha prodotto due importanti risultati: l’evento formativo “Un passo nel presente, un passo verso il futuro: comunicazione e implicazioni formative e professionali in ambito fisioterapico”, patrocinato dalla Sede Centrale dell’I.Ri.Fo.R., accreditato nel Programma Nazionale di Educazione Continua in Medicina e svolto presso e con la collaborazione dell’Istituto per i Ciechi “Paolo Colosimo” di Napoli dal 6 all’8 settembre 2013 e l’inserimento di Alfio Pulvirenti nella Direzione Nazionale dell’Associazione Italiana Fisioterapisti.

Il Direttore formula, quindi, alcune proposte per il 2014, proposte che i Componenti del Comitato, riprendono, sviluppano ed integrano, come segue.
1. Allo scopo di estendere e consolidare le relazioni tra i massofisioterapisti e i fisioterapisti non vedenti, il Comitato continuerà a coinvolgere i Coordinatori dei Comitati Regionali nella formazione delle decisioni di interesse collettivo. In particolare, i Coordinatori Regionali saranno invitati a proporre eventi formativi che possano meritare l’accreditamento E.C.M. e a segnalare qualunque criticità rilevata in fase di accesso e conseguimento della formazione di base, inserimento lavorativo, esercizio della professione e adempimento dell’obbligo all’educazione continua.
2. Nella convinzione e con l’auspicio che la nomina di un componente del Comitato in seno all’organo direttivo centrale dell’A.I.Fi. permetterà di legare le criticità di cui al punto 1. alle problematiche generali della categoria, Mariella Gavioli predisporrà e fare avere un testo, da diffondere a mezzo Circolare, con il quale estendere, all’intera platea dei massofisioterapisti e fisioterapisti non vedenti, l’invito a segnalare eventuali difficoltà di ordine formativo e/o occupazionale.
3. L’ampio successo dell’iniziativa formativa napoletana del 6, 7 e 8 settembre e lo speciale interesse suscitato, in detta sede, dalle relazioni svolte dal professor Paolo Giovanni Monformoso fanno ritenere utile ed opportuno dedicare al tema della gestione delle relazioni operatore/paziente ulteriori attività formative, da svolgere in più giornate, nel corso del biennio 2014/2015, aperte, oltre che ai massofisioterapisti e fisioterapisti, anche agli psicologi e agli psicoterapeuti, in particolare non vedenti. I Componenti del Comitato avranno cura di redigere un programma di massima dell’iniziativa, programma cha sarà presentato al Consiglio di Amministrazione della Sede Centrale dell’I.Ri.Fo.R. per ottenere lo stanziamento dei fondi necessari all’organizzazione e allo svolgimento delle attività complessivamente progettate.
4. I Componenti del Comitato elaboreranno il programma di una iniziativa di orientamento alla scelta professionale, destinata agli studenti con disabilità visiva, iscritti alle classi quarta e quinta delle scuole secondarie superiori. Il programma verrà trasmesso agli Uffici Centrali e nuovamente discusso, per verificarne la fattibilità, tanto in presenza, che a distanza.
5. È stato svolto, nei giorni 26 e 27 novembre e 3, 10 e 11 dicembre 2013, presso la Sede Centrale un corso di introduzione alla progettazione di iniziative, da finanziare con i fondi comunitari, resi disponibili attraverso i programmi, nazionali e regionali, di attuazione delle politiche di coesione europea, o con i fondi resi disponibili dalle fondazioni private. I Componenti del Comitato segnaleranno al Coordinatore le attività che, a loro parere, potrebbero essere candidate ai suddetti finanziamenti.
6. La definizione della proposta di messa in onda di uno speciale della rubrica sonora, in diretta on line, “Parla con l’Unione”, dedicato ai massofisioterapisti e ai fisioterapisti, ciechi ed ipovedenti, è rinviata ad altro momento.

I Componenti del Comitato concordano, inoltre, di chiedere agli Organi Direttivi Nazionali di valutare l’opportunità di:
A. Disporre che le comunicazioni e gli atti che concernono materie rilevanti per la categoria dei massofisioterapisti e dei fisioterapisti non vedenti vengano trasmesse, d’ufficio, ai Referenti e ai Componenti del Comitato Tecnico-Scientifico. Ciò allo scopo di dare maggiore evidenza e maggiore forza alla funzione di collegamento che il Comitato Tecnico-Scientifico dei Fisioterapisti svolge tra l’U.I.C.I. e l’A.I.Fi., funzione di cui l’Associazione professionale ha riconosciuto la specifica utilità, inserendo Alfio Pulvirenti in Direzione Nazionale.
B. Istituire, allo stesso scopo, nel bilancio annuale di previsione della Sede Centrale una voce di spesa per la copertura dei costi rinvenienti dalla partecipazione di uno o due Componenti del medesimo Comitato ai tavoli istituzionali e/o inter-associativi, convocati per discutere materie rilevanti per la categoria dei massofisioterapisti e dei fisioterapisti non vedenti.
C. Autorizzare la riproduzione del logo dell’U.I.C.I. sulle maglie che verranno indossate dagli operatori impegnati nei servizi volontari di assistenza fisioterapica ai partecipanti alla XX Edizione della Maratona di Roma, fissata al 23 marzo 2014 e lo stanziamento di un contributo alle spese di stampa del logo, dell’importo di 300,00 o di 400,00 euro. Si rileva che le due deliberazioni e il fatto che ai servizi di assistenza collaboreranno, per il terzo anno consecutivo, gratuitamente e a proprie spese, anche fisioterapisti e massofisioterapisti non vedenti sono azioni intese a promuovere l’U.I.C.I., oltre che la dignità, civile e sociale, dei ciechi.

Da ultimo, i Componenti del Comitato chiedono che, a cura degli Uffici Centrali, venga richiesto il parere dell’avvocato Antonio Organtin e, sulla base di tale parere, posto uno specifico quesito all’I.N.P.S. in ordine alla fondatezza delle pretese di riscatto, a fini previdenziali, del periodo di durata legale del corso di studi per massofisioterapista non vedente.

Null’altro essendo da discutere, il collegamento è tolto alle 17:30.

La verbalizzante Visto e Approvato
Marinica Mecca Il Coordinatore Nazionale
Paolo Colombo



Scelta Rapida