Logo dell'UIC Logo TUV

Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti - ONLUS

 

Testo del Verbale

Data: 20/01/2011

Commissione Nazionale per l'Autonomia ela Mobilità


Il giorno 20 gennaio 2011 si è riunita in teleconferenza la Commissione per l’autonomia e la mobilità dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti, giusta convocazione del 5 gennaio 2011, prot. n. 198/2011.
Sono presenti (in sede) l’Arch. Giuseppe Bilotti, coordinatore, e (in teleconferenza) il prof. Angelo Fiocco e il sig. Francesco Ioppolo.
Le funzioni di segreteria sono svolte dal dr. Alessandro Locati.
Il coordinatore, che presiede la riunione, dopo avere accertato la ritualità della convocazione, dà atto della presenza di tutti i membri suddetti, procede all’insediamento della Commissione e dichiara aperta la seduta.
La riunione ha inizio alle ore 15.00.
La Commissione prende spunto dalla complessa mozione approvata dal XXII Congresso Nazionale in materia di accessibilità e autonomia, tralasciando la sezione dedicata alle nuove tecnologie di pertinenza di altri organi U.I.C.I.
Al riguardo i componenti concordano sul fatto che il concetto di autonomia si è andato ampliando sempre più negli ultimi anni, esulando dal campo della semplice mobilità e arrivando a coinvolgere in maniera trasversale molte altre aree di competenza.
Temi ad esso complementari sono, a mero titolo di esempio, i servizi pubblici e l’accesso autonomo alla cultura e all’informazione.
Sarà, quindi, necessario istituire un tavolo di confronto che, sempre avendo come finalità quella di tutelare le reali esigenze dei ciechi e degli ipovedenti, tenti di individuare, anche dopo adeguate sperimentazioni effettuate con criteri di scientificità, alcuni standard di unificazione a livello nazionale per arrivare ad omogeneizzare i numerosi sistemi attualmente disponibili soprattutto nel settore della mobilità urbana.
Sarà anche opportuno cercare di coinvolgere altre tipologie di disabilità nonché esperti esterni, al fine di evitare contrasti di qualunque tipo per l’attività futura dell’Unione.
Sulla base di tale confronto, che comprenda anche l’esame delle soluzioni adottate a livello europeo, saranno elaborate proposte, confidando di garantire le giuste condizioni per dialogare fattivamente e prospettare strategie operative aperte al confronto con le varie realtà presenti sul territorio.
In merito al programma di attività viene concordato di inviare ai componenti la mozione congressuale sui temi di competenza della Commissione, nonché i verbali delle precedenti riunioni di particolare interesse per temi attuali.
Dallo studio di tale documentazione i vari componenti elaboreranno proposte e suggerimenti da inviare per iscritto alla Presidenza Nazionale e che serviranno come base di partenza per i prossimi incontri. Tutte le comunicazioni avverranno preferibilmente per posta elettronica. Fra i suggerimenti il componente Fiocco illustrerà anche un sistema di riunione on line, con sale di conferenza virtuali, come valida alternativa a Skype.
Trattandosi, ovviamente, di numerose tematiche di vastissimo respiro, occorrerà agire per aree di interesse generale, sempre nel massimo rispetto per le competenze di ciascuno.
Dopo la discussione di quest’ultimo punto, il coordinatore dichiara conclusa la riunione. La Commissione si scioglie alle ore 15.30.

Alessandro Locati

Download del File del Verbale

Scelta Rapida