Logo dell'UIC Logo TUV

Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti - ONLUS

 

Testo del Verbale

Data: 21/06/2012

Comitato tecnico fisioterapisti


Alle 15:30 del 21 giugno 2012, si riunisce, in conferenza telefonica, il Comitato Tecnico-Scientifico dei Soci Fisioterapisti, convocato con nota prot. n. 7925/2012, con il seguente ordine del giorno:
1. Esame del Protocollo d’Intesa tra l’A.I.F.I. e l’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti del 27 marzo 2008, e formulazione di eventuali proposte di modifica ed integrazione.
2. Varie ed eventuali.
Sono presenti, per gli organi direttivi centrali dell’Unione: il Direttore incaricato del coordinamento del settore Lavoro, Paolo Colombo, ed il suo Delegato, Vitantonio Zito; e per il Comitato Tecnico-Scientifico: il Coordinatore Giuseppe Vitale e i componenti Francesco Ciardone, Samantha De Rosa e Mirella Gavioli.
Assente giustificato, Alfio Pulvirenti.
Presiede i lavori Paolo Colombo, di seguito denominato “Direttore”.
Verbalizza Marinica Mecca.

Accertata la ritualità della convocazione e preso atto della presenza dei convenuti, il Direttore avvia i lavori alle 15:40.
Il Direttore riferisce, brevemente, degli orientamenti espressi dalle Autorità di Governo, in occasione di incontri, pubblici e riservati, in ordine all’attuazione dell’art. 5 della legge 22 dicembre 2011, n. 214, di conversione, con modificazioni, del decreto-legge 6 dicembre 2011, n. 201, e all’applicazione dei nuovi criteri di calcolo previdenziali all’anzianità figurativa, maturata dai lavoratori non vedenti ai sensi delle leggi 29 marzo 1985, n. 113 e 28 marzo 1991, n. 120.
Per quanto riguarda il primo punto, sembra, ormai, certo che:
• L’Indicatore della Situazione Economia Equivalente, ISEE, sarà utilizzato per valutare, secondo criteri unificati, la situazione economica dei soggetti che chiederanno di essere ammessi alle prestazioni sociali agevolate (assegno di maternità, assegno per il nucleo familiare, asilo nido, assistenza domiciliare, ecc.).
• In funzione della grandezza dell’ISEE, sarà determinata la misura delle prestazioni concesse al richiedente e il suo livello di compartecipazione alle spese.
• Il diritto alle prestazioni sociali assicurate dal sistema previdenziale e dal sistema sanitario sarà, invece, stabilito, senza riferimento alla situazione economica del richiedente.
• L’ISEE sarà calcolato sulla base delle informazioni raccolte con il modello di dichiarazione sostitutiva unica (DSU) e delle altre informazioni disponibili negli archivi dell’INPS e dell’Agenzia delle Entrate.
• Il valore verrà calcolato con riferimento alla condizione economica complessiva del nucleo familiare del richiedente e alla composizione dello stesso nucleo, costituito dai soggetti componenti la famiglia anagrafica alla data di presentazione della DSU.
• L’indicatore della situazione reddituale sarà determinato sulla base dei redditi e delle spese di ciascun componente e di alcune franchigie, riferite al nucleo familiare.
• Il reddito di ciascun componente il nucleo familiare sarà ottenuto sommando, al reddito complessivo dichiarato ai fini IRPEF e ad ogni altra componente reddituale, anche se esente da imposta, i trattamenti assistenziali, previdenziali e indennitari, a qualunque titolo percepiti da amministrazioni pubbliche, ivi incluse le provvidenze concesse agli invalidi civili.
• Dal reddito di ciascun componente il nucleo familiare, potranno essere sottratte, fino ad un massimo di 6.000 euro, le spese sanitarie per disabili e le spese per l’acquisto di cani guida, fiscalmente detraibili, e le spese mediche e di assistenza specifica per i disabili, fiscalmente deducibili.
• Dalla somma dei redditi di tutti i componenti il nucleo familiare, potranno essere sottratte:
a) Per ciascun componente con disabilità media, una franchigia di 3.500 euro
b) Per ciascun componente con disabilità grave o non autosufficiente, una franchigia di 5.000 euro
c) Per ciascun componente non autosufficiente, la spesa sostenuta per collaboratori domestici e addetti all’assistenza personale, fino ad un massimo di 5.000 euro, o alternativamente, in caso di ricovero, l’ammontare della retta versata per l’ospitalità alberghiera.
Per quanto riguarda il secondo punto, su richiesta dell’Unione, la Direzione Generale per le politiche previdenziali e assicurative del Ministero del Lavoro si è impegnata a predisporre uno studio sui costi che deriverebbero dall’adozione di provvedimenti che, in deroga alle disposizioni in materia di trattamenti pensionistici introdotte dalla citata legge n. 214/214, stabilissero che, ai fini del raggiungimento dell’anzianità contributiva, restano confermate le misure previste in favore dei lavoratori non vedenti in materia di accrediti figurativi.

Si passa con ciò alla discussione dell’unico punto all’ordine del giorno: Esame del Protocollo d’Intesa tra l’A.I.F.I. e l’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti del 27 marzo 2008, e formulazione di eventuali proposte di modifica ed integrazione.
I componenti del Comitato, di seguito “Commissari”, rilevano che l’argomento sarebbe stato più correttamente assegnato, se la necessità di rivedere l’Intesa del 2008 fosse stata collegata all’esigenza, segnalata nella riunione del 25 gennaio e riproposta, in successive occasioni, sia al Direttore, sia al suo Delegato, di costituzione di un tavolo tecnico, composto, oltre che dall’Unione, dalle due maggiori Associazioni rappresentative della categoria dei fisioterapisti, l’A.I.F.I., le cui funzioni sono state riconosciute con decreto del Ministro del Salute del 19 giugno 2006, e la F.N.C.M.
I Commissari aggiungono che, considerate le richieste formulate al Direttore e al suo Delegato, all’ordine del giorno avrebbero dovuto figurare altri due temi: la calendarizzazione, per mercoledì, 4 luglio 2012, dell’incontro, in linea di massima già concordato, con i Presidenti dell’A.I.F.I. e della F.N.C.M., Antonio Bortone e Donato Cavalluzzo, e la programmazione dell’attività formativa ed assembleare, per la quale, come convenuto nella riunione del 25 gennaio, il Comitato, nella persona di Mirella Gavioli, ha provveduto ad elaborare il piano di progetto, depositato agli atti con. prot. n. 7991 del 19 giugno 2012.
Il Direttore prende atto dei rilievi e, affidato alla scrivente il compito di sottoporre gli ordini del giorno e i verbali dei lavori del Comitato al parere dei Commissari, prima di procedere alla loro formalizzazione, assicura la propria disponibilità a trattare entrambe gli argomenti proposti.
Sul primo punto, ovvero la convocazione di un tavolo di lavoro paritetico A.I.F.I. - F.N.C.M. - Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti per il 4 luglio, tavolo al quale proporre anche la revisione del Protocollo d’Intesa interassociativo, si concorda che il Delegato chiederà al Presidente Nazionale di concedere il nulla osta all’iniziativa e al rimborso delle spese di almeno due Commissari.
Sul secondo punto, ovvero la programmazione dell’attività formativa ed assembleare riservata ai Soci Massofisioterapisti e Fisioterapisti, i convenuti, dopo aver espresso vivo apprezzamento a Mirella Gavioli per il lavoro progettuale svolto, concordano che la stessa Mirella farà avere una versione aggiornata del progetto, che evidenzi ancora di più la valenza formativa delle attività; che il piano aggiornato verrà allegato al presente verbale e ne sarà parte integrante; che il Direttore e il Delegato si prodigheranno per ottenere che l’iniziativa, da svolgere in un fine settimana del prossimo ottobre, riceva il sostegno, anche economico, dell’Unione e dell’I.Ri.Fo.R.; che Direttore convocherà nuovamente il Comitato per riferire delle decisioni assunte nel merito dalla Direzione Nazionale dell’Unione e dal Consiglio d’Amministrazione dell’I.Ri.Fo.R. nelle riunioni di luglio.
Ciò dato, i convenuti concordano, unanimemente, sulla necessità di collaborare al più alto grado, nel massimo rispetto delle diverse funzioni e responsabilità. Al riguardo, il Direttore, il Delegato e il Coordinatore osservano, ciascuno per la propria parte, che i Commissari, singolarmente e collegialmente, hanno, fin qui, dato prova di ottimo senso associativo.

In ultimo, viene richiamato che, nelle attività di assistenza medico-sanitaria ai partecipanti all’edizione 2012 della Maratona di Roma, sono stati impegnati anche alcuni Soci Fisioterapisti, provenienti, oltre che da Roma, da Milano, Udine e Gorizia. All’eccezionale attività, commentata in un articolo pubblicato sul n. 46 della rivista ufficiale dell’A.I.F.I., «Fisioterapisti», hanno aderito, per il Comitato, Alfio Pulvirenti e Samantha De Rosa.
Null’altro essendo da discutere, la riunione è tolta alle 17:00.

La verbalizzante Visto
Marinica Mecca Il Direttore Nazionale
Paolo Colombo


Allegati n. 1

unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti
Prot. 8401/2012 del 27.6.2012


compilare per ogni progetto e inviare a: I.RI.FO.R., Via Belsiana 7, 00187 ROMA

Organo richiedente:Comitato tecnico scientifico nazionale massofisioterapisti e fisioterapisti non vedenti e ipovedenti, organo propositivo e consultivo a sostegno della categoria in seno all’UICI
Tipologia del progetto
evento formativo accessibile ai professionisti con disabilità visiva, formazione istituzionale e professionale nazionale della categoria massofisioterapisti e fisioterapisti;
Formazione professionale integrata e accreditata sulla comunicazione.
RICHIESTA DI FINANZIAMENTO
Organo proponente Comitato tecnico scientifico nazionale massofisioterapisti e fisioterapisti U.I.C.I


Riferimenti generali

Giorni: VEN. SAB. DOM. OTTOBRE/ novembre 2012 (da confermare)
Presso: Centro riabilitativo Giuseppe Fucà Le torri Tirrenia (PI)

Titolo del progetto : “un passo per il presente, un passo verso il futuro”

Obbiettivi e Sintesi del progetto: L’evento in oggetto, si inserisce in un progetto di ricompattazione, formazione e crescita consapevole della categoria massofisioterapisti e fisioterapisti non vedenti e ipovedenti; La giornata formativa vuole essere un momento di crescita professionale e relazionale per i partecipanti, poiché il tema centrale è: “SAPER COMUNICARE PER LAVORARE MEGLIO"; In riferimento ai risultati scaturiti dai questionari di rilevazione della categoria sul territorio nazionale, verranno informati e formati i coordinatori regionali ed i referenti provinciali sulle criticità emerse e sulle proposte operative elaborate a supporto dei professionisti in attività, da attivarsi sul territorio; Verranno resi noti i risultati dello studio osservazionale e verranno fornite importanti istruzioni operative volte a migliorare l’accessibilità e la formazione all’interno dei corsi universitari a beneficio degli aspiranti fisioterapisti. Ci sarà spazio per:A. Riunirsi e confrontarsi politicamente, per condividere la programmazione delle linee da perseguire e sviluppare per il resto del mandato, a sostegno della categoria. B. Discutere delle problematiche e delle varie evoluzioni normative e professionali. C. Riflettere sulle Criticità occupazionali e di mansione, sulla scarsa accessibilità degli strumenti elettromedicali ed informatici a garanzia della propria autonomia personale e professionale.La giornata formativa sulla comunicazione, dovrà essere accreditata ed aperta a tutti i professionisti del settore (disabili visivi e vedenti), per favorire la formazione e l’integrazione associativa e professionale.

Modalità di realizzazione : L’incontro informativo/formativo riservato ai professionisti soci dell’UICI, avrà inizio alle ore 14,30 e termine alle ore 19 di venerdì …ottobre/novembre, presso la sala congressi del centro Giuseppe Fucà di Tirrenia, alla presenza del comitato tecnico scientifico nazionale che si suddividerà gli interventi. In questa sessione verranno presentati dal relatore prof. Alfio pulvirenti, i risultati e le linee guida scaturite dal progetto di “formazione universitaria accessibile”. Oltre alla presenza del referente nazionale del lavoro Avv. Colombo Paolo, sarebbe nostro auspicio poter gradire il saluto del presidente nazionale durante i lavori. Il giorno di sabato…, dalle ore 8,30 alle ore 18,30, sarà dedicato interamente al corso di formazione professionale sulla comunicazione di cui bozza del progetto in allegato. La mattinata di domenica …, dalle ore 9.00 alle 12.30, sarà dedicata alla presentazione dello stato dell’arte dei massofisioterapisti e fisioterapisti in attività, dalla relatrice De Rosa che ha seguito il progetto di censimento nazionale, che verrà supportata dall’avv. Colombo sugli aspetti legislativi. A conclusione, si perverrà ad una sintesi delle mozioni eventualmente scaturite a sostegno della categoria da rappresentare alla direzione nazionale. E’ richiesta del comitato, estendere l’invito a presenziare, in qualità di ospiti relatori o nella forma da concordarsi più favorevole, dei presidenti AIFI Antonio Bortone, e FNCM Donato Cavalluzzo, allo scopo di fornire un opportuno aggiornamento e confronto sullo stato dell’arte e sulle situazioni che coinvolgono la categoria professionale degli operatori della riabilitazione, nonché per dare forza fattiva al protocollo d’intesa e alle iniziative a sostegno della stessa. I lavori si concluderanno alle ore 12,30 di domenica … ottobre/novembre, per consentire il rientro dei partecipanti al proprio domicilio.


Preventivo spese (Contributo richiesto alla sede centrale)

Fermo restando la piena comprensione e valutazione della delicata situazione politica ed economica attuale, il comitato sostiene con forza la necessità che la sede centrale e l’I.RI.FO.R nazionale, possano provvedere quanto più possibile al sostegno organizzativo ed economico, di questa importante iniziativa che si riveste di molteplici significati, non solo formativi e professionali ma, anche politico-istituzionali tra la nostra unione ed i suoi associati e, nel contempo, di integrazione e visibilità degli stessi tra i professionisti del settore in generale.
DETTAGLIO: Rimborso spese per viaggio, vitto e alloggio per i 5 componenti il comitato tecnico scientifico nazionale per le 2 giornate (trattamento in pensione completa € 55 al dì) 1000€
Rimborso spese di viaggio, vitto e alloggio per il componente della direzione nazionale e relativo accompagnatore per una giornata (venerdì o domenica). 150€
Rimborso spese di viaggio, vitto e alloggio per il presidente nazionale ed accompagnatore per una giornata (venerdì o domenica). 150€
Rimborso spese docente del corso formativo 600 €
Costi accreditamento corso formativo con provider esterno 1000 €
Costi di vitto e alloggio per una giornata per i presidenti AIFI e FNCM 110 €
Costi di materiale didattico per il corso (kit congressuale cartelline con fogli, biro o pennarelli, cd audio o chiavette, materiale promozionale) 200 €
Costi non preventivati 100 €
Totale preventivo spese 3300 € circa.


Tipologia e numero previsto dei fruitori del progetto

Massofisioterapisti e fisioterapisti non vedenti e ipovedenti soci UICI Numero stimato 50/60
Massofisioterapisti e fisioterapisti non soci uici Numero previsto 10/20

Durata complessiva del progetto ore: 16.giorni: 3.mesi: 0.
Periodo di svolgimento previsto dal: (ipoteticamente dal 26/10 al 28/10/2012)

1. Finanziamento richiesto all’I.Ri.Fo.R. Copertura dei costi di accreditamento ECM del corso presso il ministero. Qualora impossibilitato a gestire tale procedura in quanto non provider accreditato, si incaricherà un provider alternativo che offra le migliori condizioni tra quelli disponibili, al costo preventivato di 1000€ circa.
2. Contributi da altri enti Contributo rimborso spese per i propri organi U.I.C.I sede centrale Ipotizzati 1500€
Altri sponsor che si individueranno in corso d’opera, una volta confermato l’evento.
3. Quota partecipazione corsisti La partecipazione al momento formativo del venerdì e della domenica riservato ai soci UICI, è da considerarsi gratuita per gli stessi, così come, le spese di viaggio, vitto e alloggio per tutto il periodo, saranno a carico dei singoli partecipanti (salvo non si voglia sollecitare le sedi periferiche sezionali e regionali a fornire un contributo a sostegno della più ampia partecipazione).Per la partecipazione al corso formativo accreditato sulla comunicazione del sabato, che sarà aperto a tutti i professionisti, si ipotizza una cuota differenziata di cui € 20 per i soci UICI in regola con il tesseramento anno 2012, e di € 60 per i non soci, comprensiva per questi ultimi, dei costi per il pranzo, già inclusa nella cuota di pensione completa a carico dei primi. ipotesi totale Cuote corsisti 1800
Spesa complessiva della giornata formativa 1800 €

Il comitato tecnico-scientifico nazionale fisioterapisti, intende garantire tutti gli sforzi per il massimo contenimento dei costi e nel contempo, si adopererà nel ricercare sponsor all’evento, una volta che lo stesso sia stato autorizzato e confermato dalla presidenza nazionale.
Si allega bozza del progetto formativo che potrà avere una più dettagliata definizione successivamente alla succitata conferma.

Certi che quanto sopra descritto possa essere sufficiente per una più accurata analisi e considerazione affermativa della nostra richiesta, richiamando la necessità di considerazione ed attenzione verso la categoria che rappresentiamo,
rimanendo in attesa di un cortese quanto sollecito riscontro alla proposta, porgiamo i più cordiali saluti.

Per il comitato tecnico scientifico nazionale massofisioterapisti e fisioterapisti U.I.C.I
Il coordinatore GiuseppeAntonio Vitale.



Egli illumini gli occhi del vostro cuore (Ef 1,18)
"SAPER COMUNICARE PER LAVORARE MEGLIO"
LA RELAZIONE COME IMPLEMENTAZIONE CLINICA:
il counseling, l’empatia, il coping

tipologia dell’evento:corso pratico finalizzato allo sviluppo continuo professionale

“Tutti gli esseri umani vogliono sicurezza (cibo, vestito e riparo) e desiderano amore e approvazione; essi bramano anche varietà, avventura, progresso compreso l’apprendimento, e, in vario grado, cercano un bene ultimo, la forza etica che l’uomo vede in Dio o nella sua religione.
Molti operatori della salute, in tutte le età, hanno notato la difficoltà o addirittura l’impossibilità di separare le attività che riguardano la salute dal modello totale di vita.
Una attività per la salute che ignori qualcuno dei bisogni fondamentali lotta contro natura, una forza indomabile, una alleata incomparabile.
Perciò il piano di assistenza deve essere fatto riconoscendo che la persona in cura tende costantemente alla sicurezza, approvazione, amore, avventura, istruzione e a un rinnovamento della sua fede in Dio o in un principio etico universale.
Gli operatori sanitari non possono rispondere a tutti questi bisogni del paziente, ma possono aiutarlo a creare condizioni o a impostare un piano che renda possibile la soddisfazione di queste esigenze.
Un malato soffre non tanto per la malattia quanto per la minaccia che ne deriva alla sua sicurezza economica, ai suoi rapporti con gli altri, alle sue attività che danno varietà e piacere alla vita. La malattia può anche minacciare la fede del paziente nella bontà ultima della vita; egli non può credere in un Dio che permetta che accadano cose così terribili. Possono credere di aver perso il favore di Dio e considerare la malattia una punizione.
Perciò il piano di assistenza deve essere fatto riconoscendo che la persona in cura tende costantemente alla sicurezza, approvazione, amore, avventura, istruzione e a un rinnovamento della sua fede in Dio o in un principio etico universale.”
(HENDERSON V., NITE G. Principles and Practice of Caring, sixth edition, Macmillan Publishing Co., INC., New York, 1978)

CORSO DI GRUPPO 1:
QUALITA’ ASSISTENZIALE, RELAZIONALE E GESIONALE NEI SERVIZI SANITARI.

DESCRIZIONE OBIETTIVO DI INTERESSE NAZIONALE:
L’empatia è la particolare relazione che si instaura tra chi aiuta e chi è aiutato, e gli studi di psiconeuroimmunologia hanno dimostrato che una buona empatia aiuta l’ammalato ad attivare gli effetti positivi fisiologici e psicologici della risposta da rilassamento, diminuendo quelli patogenetici del Disturbo da Stress Post-Traumatico.
Gli Operatori Sanitari, soprattutto i Fisioterapisti per la loro particolare attività a contatto con il paziente, possono agire in maniera decisamente incisiva in detta attivazione, implementando in tal modo l’efficienza ed efficacia delle pratiche sanitarie che sono già di loro competenza, in virtù della professione esercitata

Il Corso intende
• FARE ACQUISIRE CONOSCENZE TEORICHE E AGGIORNAMENTI IN TEMA DI: la fisiologia della reazione da stress (post-traumatico) nella psicodinamica degli stati di sofferenza,
• FARE ACQUISIRE ABILITA’ MANUALI, TECNICHE O PRATICHE IN TEMA DI: la risposta da rilassamento, come dinamica favorente i processi di guarigione, riabilitazione, o di distensione durante gli stati di malattia,
• FARE MIGLIORARE LE CAPACITA’ RELAZIONALI E COMUNICATIVE IN TEMA DI: elementi fondamentali di Counseling che possono essere applicati mentre vengono effettuate le attività sanitarie specifiche per la professionalità di ogni Operatore, al fine di attivare la risposta da rilassamento con i suoi benefici nella compliance e nel coping.


ARGOMENTI PER UNA PUNTUALE CLASSIFICAZIONE DELL’EVENTO:

1. IL COUNSELING E IL COPING
2. LA RELAZIONE TERAPEUTICA E LA GESTIONE DEL DISAGIO DEL SOFFERENTE
3. L’IMPLEMENTAZIONE CLINICA DELL’EMPATIA

DURATA: 8 ore

SESSIONE 1: LA RELAZIONE CHE AIUTA: COUNSELING, EMPATIA, COPING

ore 08.30 – 09.30 TIPO A: psicologia del malato e reazione da stress post-traumatico
ore 09.30 – 10.30 TIPO D: - IDEM
ore 10.30 – 11.30 TIPO F: elementi di psicoimmunologia per il fisioterapista e il massoterapista
ore 11.30 – 12.30 TIPO G: le paure ed i bisogni dell’Operatore, nella gestione dell’empatia clinica con il paziente

SESSIONE 2: LA RELAZIONE CHE AIUTA: IMPLEMENTARE LA RELAZIONE E GESTIRE LO STRESS PROFESSIONALE

Ore 14.00 – 15.00 TIPO A: la Risposta da Rilassamento (Bergson): utilizzo della calma come strumento che favorisce l’empatia, e calma l’Ansia di Stato nel paziente
ore 15.00 – 15.30 TIPO H: esperienze attive in gruppo per la verifica dei benefici della Risposta da Rilassamento
ore 15.30 – 16.30 TIPO A: il Counseling: la relazione professionale di aiuto
ore 16.30 – 17.00 TIPO E: esempi di interventi di counseling per l’attivazione delle strategie per il coping trasformativo nel paziente
ore 17.00 – 18.00 TIPO D: la relazione operatore/paziente come strumento per l’implementazione della cura
ore 18.00 – 18.30 Verifica finale e conclusione del corso

Lezioni di tipo frontale, con lavori individuali e a piccoli gruppi

MATERIALE: dispense e materiale cartaceo fornito dal Docente

VERIFICA SCRITTA CON DOMANDE E RISPOSTE A SCELTA MULTIPLA
Docente
PaoloGiovanni Monformoso
Counselor Clinico, Logoterapeuta ed Analista Esistenziale, Antropologo Clinico Esistenziale.
E’ esperto in Umanizzazione e Relazione di Aiuto in ambito socio-sanitario ed educativo; formatore e professore universitario in psicologia clinica applicata e LogoCounseling.
Esperto in gestione dello stress. E’ l’attuale Presidente della SILAE (Società Italiana di Logoterapia e Analisi Esistenziale), fondata da V. Frankl nel 1973.
E’ Clinician Diplomate presso il Victor Frankl’s Institute of Logotherapy, USA; fondatore e Moderatore dell’Istituto per il LogoCounseling, aggregato all’Istituto Superiore di Scienze Umane ed Esistenziali – Roma, Napoli, Vercelli.



Download del File del Verbale

Scelta Rapida