Logo dell'UIC Logo TUV

Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti - ONLUS-APS

 

Corriere dei Ciechi

torna alla visualizzazione del numero 3 del Corriere dei Ciechi

Numero 3 del 2016

Titolo: RUBRICHE- I fatti nostri

Autore: a cura di Eugenio Saltarel


Articolo:
Sintesi dei lavori della Direzione Nazionale
La Direzione Nazionale si è riunita il 3 marzo 2016 presso la Sede nazionale di via Borgognona 38. La riunione ha avuto inizio alle 10,30 circa ed erano presenti tutti i componenti, il Segretario generale e il Direttore generale, il personale addetto alla realizzazione della riunione. È anche presente il Presidente onorario Tommaso Daniele.

Per il primo punto all'ordine del giorno, il verbale della seduta del 28 gennaio scorso, viene approvato.

Per il secondo punto, relazione attività 2015, la Direzione accoglie la proposta di Barbuto che ognuno analizzi la bozza presentata oggi, proponendo approfondimenti e modifiche; verrà inoltre messa a punto una sintesi che raccolga in breve i punti essenziali dell'operato dell'Associazione nel 2015, la relazione così composta verrà portata in approvazione nella prossima seduta della Direzione e il testo già in via di definizione verso la fine del mese di marzo, messo anche a disposizione del Consiglio Nazionale affinché possa intervenire all'approvazione prevista il 23 e 24 aprile, con cognizione di causa.

Per il terzo punto, organizzazione premio Braille 2016 ed eventuali proposte e sponsorizzazioni, viene costituito un gruppo di lavoro composto da Consuelo Gallani (coordinatrice), Barbuto, Tommaso Daniele, Zoccano, Legname e Corradetti. Compito del gruppo sarà quello di provvedere all'eventuale collegamento con la lotteria Braille, alle sponsorizzazioni e agli altri aspetti organizzativi.

Il quarto punto comportava i riferimenti sulla convenzione Caf-Amnil relazionati da Mario Girardi. L'attività di Caf nel 2015 ha interessato 48 sezioni, 3 delle quali hanno chiesto di non rinnovarla, sono state trattate 870 pratiche, vi sono stati parecchi problemi di funzionamento nel coordinamento fra i due enti; per le attività di Patronato sono disponibili i dati del 2014, le cose hanno funzionato molto meglio e sono state trattate 5500 pratiche. Dall'attività del 2015 deriva un introito per l'Unione (da suddividere alle varie sezioni) di 113.000 euro che arriverà non appena inviato dal Ministero. Sentite le relazioni su l'attuazione dell'accordo in alcune Regioni italiane, si decide di confermarlo per il 2016 e ogni componente si è incaricato di verificarne l'andamento nel proprio territorio di competenza.

Venendo al quinto punto all'ordine del giorno, l'accordo fra Uici/Figs/Pantomedia per la diffusione del gioco dello scopone, quale primo gioco, in maniera accessibile a chi ha problemi di vista viene deliberato, stabilendo di non richiedere nulla per la sua diffusione, se non il nostro apporto per rendere il tutto accessibile.

Per quanto riguarda il sesto punto, Istituto Nazionale Valutazione Ausili e Tecnologie per l'Autonomia di Ciechi e Ipovedenti, vengono fornite indicazioni sui contenuti dello Statuto, che, riformulato alla loro luce, verrà posto in approvazione nella prossima riunione; si definisce anche la possibile composizione del primo Consiglio dell'Istituto in attesa del suo avvio definitivo.

Analogamente per il settimo punto, Agenzia Nazionale tutela diritti nell'area delle disabilità, vengono fornite indicazioni sulla composizione del Consiglio con la presenza dei soci fondatori, sulla definizione dei soci sostenitori, sulla necessità di garantire prospettive di impiego per persone competenti in materia appartenenti al mondo della disabilità, tutte indicazioni che troveranno spazio nella stesura definitiva dello Statuto che, completato in questo senso, viene approvato.

Per l'ottavo punto, Centro Nazionale del Libro Parlato: costituzione comitato di gestione, il comitato, interno alla Direzione, viene così costituito: Saltarel, Fratta, Caravello e Condidorio, con la presenza del Segretario e del Direttore generali.

Per quanto riguarda invece il nono punto, Situazione del Consiglio Regionale U.I.C.I. Sicilia e provvedimenti conseguenti, la Direzione prende atto che:
1) la Direzione Nazionale il 14 maggio 2015 aveva dato indicazioni al costituendo Consiglio regionale siciliano affinché stabilisse e facesse conoscere alla Direzione il calendario preciso di verifiche sull'anagrafica soci in tutte le sezioni siciliane entro trenta giorni (calendario mai pervenuto);
2) la sezione di Catania il 21 dicembre 2015 cancella 822 soci in quanto deceduti; risulta che su molte attività della Presidenza regionale non sia stata data notizia al relativo Consiglio siciliano del sodalizio come per l'indagine in corso da parte della pubblica sicurezza.
Per queste ed altre ragioni che emergono durante il dibattito, la Direzione delibera di commissariare il Consiglio regionale siciliano dell'Associazione, nominando quale commissario Linda Legname in quanto referente territoriale per questa Regione, garantendole tutto il sostegno e l'appoggio degli organi e degli uffici centrali a completamento di quanto faranno quelli periferici.

Per il decimo punto, contributi, vengono deliberati contributi per le sezioni di Matera e Sassari, sentiti i relativi Consigli regionali e i referenti territoriali.

Mentre per l'undicesimo, patrimonio, vengono autorizzati gli interventi per Caltanissetta e Bergamo.

Per il dodicesimo punto, personale, si demanda quanto richiesto dalla riunione sindacale del personale alla contrattazione di secondo livello che verrà effettuata successivamente alla riunione della Direzione.

Per il tredicesimo punto, relazioni internazionali, la Direzione delibera di non inviare un proprio rappresentante all'Assemblea generale dell'Unione mondiale dei Ciechi che si svolgerà in Florida nell'agosto prossimo, eventualmente chiedendo di svolgere questo compito a Rodolfo Cattani, che sarà presente per la posizione di rilievo che riveste in questa organizzazione. Si decide di coprire le spese eccedenti la realizzazione del progetto Erasmus data anche la loro ridotta dimensione.

Le deliberazioni d'urgenza assunte dalla Presidenza vengono ratificate perché avvenute nel quadro di quanto stabilito dal regolamento generale e dalle decisioni della Direzione in materia.

Seguono, infine, alcune comunicazioni dei consiglieri relative ai loro incarichi e alle coperture territoriali di ognuno.
Con il ringraziamento a tutti i convenuti da parte del Presidente nazionale, i lavori vengono conclusi.



Torna alla pagina iniziale della consultazione delle riviste

Oppure effettua una ricerca per:


Scelta Rapida