Logo dell'UIC Logo TUV

Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti - ONLUS-APS

 

Corriere dei Ciechi

torna alla visualizzazione del numero 3 del Corriere dei Ciechi

Numero 3 del 2016

Titolo: RUBRICHE- I fatti nostri

Autore: a cura di Eugenio Saltarel


Articolo:
Sintesi dei lavori del Consiglio Nazionale
Alle ore 14,45 del 2 marzo 2016 ha avuto inizio la seduta del Consiglio Nazionale in audioconferenza alla presenza di tutti i consiglieri, del Presidente nazionale, del Segretario e del Direttore generali e del personale incaricato di garantire il funzionamento regolare della seduta.

Al primo punto all'ordine del giorno ci sono comunicazioni importanti del Presidente. Barbuto inizia esprimendo i sentimenti del cordoglio dell'associazione per la scomparsa della madre del consigliere Valter Calò. Si felicita per l'ottenimento del contributo di 500.000 euro da parte dello Stato al Museo Nazionale di Ancona, sottolineando come ciò sia avvenuto grazie alla collaborazione tra il Museo e l'Unione, senza produrre riduzioni a quanto già stabilito dalle leggi per la nostra associazione. Quindi informa dell'esito della gara per l'assegnazione della stampa Braille dei periodici associativi, vinta dalla Biblioteca Italiana per Ciechi di Monza che comporterà una spesa annua di 143.000 euro, rispetto ai 250.000 pagati dall'Associazione negli ultimi anni alla stamperia Braille di Catania. Quindi informa il Consiglio del fatto che il 21 gennaio scorso il Presidente e il suo Vice dell'Agenzia Internazionale per la Prevenzione della Cecità gli hanno portato un dattiloscritto contenente un nuovo Statuto dell'Agenzia nel quale i rappresentanti dell'Associazione passavano da 5 a 2, quelli della Società oculistica italiana da 1 a 2 e veniva previsto un rappresentante del Ministero della Sanità. Queste modifiche sono avvenute senza che alcuno dei rappresentanti dell'Unione ne informasse l'Associazione. Barbuto riporta tutte gli incontri avvenuti dal primo di ottobre fino alla fine di dicembre in cui avrebbe potuto essere informato della cosa. In conseguenza di questi fatti la Direzione Nazionale il 28 gennaio ha proceduto alla nomina dell'Ufficio di Presidenza più altri due consiglieri nel Consiglio dell'Agenzia, nomina effettuata per fronteggiare l'attuale situazione e che verrà rivista non appena ristabilita la normalità. Compito dell'Unione sarà adire tutte le vie anche legali per mantenere il controllo sull'Agenzia.

Si passa quindi al secondo punto all'ordine del giorno, testo nuovo Statuto depurato da refusi e improprietà: delega del XXIII Congresso. Il testo dello Statuto era stato precedentemente inviato; si ascoltano le risultanze della sua analisi da parte di diversi consiglieri; si decide di riferire per iscritto al Segretario generale entro 15 giorni le diverse constatazioni, in modo che il testo possa essere definito in tempi brevi, condiviso fra tutti e inviato agli organi di controllo.

Il terzo punto prevede la definizione dell'indennità di carica per i consiglieri nell'anno 2016. Barbuto propone, così come per la Direzione Nazionale, una riduzione del 10% rispetto alle indennità del 2015. A fronte di quanti affermano di volervi comunque rinunciare, Barbuto fa presente che trattasi di libera scelta personale. La proposta messa ai voti è approvata a larga maggioranza.

Al quarto punto è prevista la costituzione del gruppo di lavoro per la definizione dei criteri di ripartizione del fondo di solidarietà. Barbuto propone quali componenti: Saltarel (quale componente della Direzione che si sta occupando del problema), Pietro Piscitelli (membro del Consiglio Nazionale), Claudio Romano (per la sua competenza in merito). Il gruppo di lavoro relazionerà durante la prossima riunione del 23 aprile e, nel frattempo, i consiglieri che lo vorranno potranno far pervenire le loro proposte.

Al quinto punto è prevista l'organizzazione del sistema di stampa associativa dell'Unione: relazione di Katia Caravello componente la Direzione Nazionale. Sentita l'illustrazione della relazione predisposta appunto da Caravello, preso atto dei numerosi interventi in proposito, si dà mandato alla relatrice di integrare quanto emerso nella discussione, riproponendo un testo definitivo nella prossima riunione del 23 aprile 2016.
Barbuto informa di essere diventato Direttore responsabile di tutti i periodici associativi, mentre per i contenuti ogni periodico avrà un suo coordinatore, accompagnato dal relativo gruppo di lavoro.

Il sesto punto prevede: Scuola: inclusione, servizi di sostegno, norme nazionali e locali. Relazione di Marco Condidorio componente la Direzione Nazionale. Condidorio, appunto, illustra brevemente la sua relazione. Gli interventi successivi ruotano principalmente intorno alla definizione del tiflology assistant, al suo rapporto con l'istituzione scolastica soprattutto negli interventi per i singoli allievi. Condidorio ringrazia per gli approfondimenti che saranno oggetto di discussione nella Commissione apposita e nei contatti con le altre Commissioni interessate al problema dell'istruzione.

Il settimo punto riguarda l'anagrafica soci online: relazione del Direttore generale Salvatore Romano, il quale invita i rappresentanti territoriali a incitare le sezioni per la compilazione dei dati necessari al completamento dell'anagrafica soci nazionale, offrendo la collaborazione centrale per risolvere i problemi che si presentassero e per le implementazioni possibili del database. Gli interventi successivi propongono approfondimenti e modifiche dell'attuale programma.

L'ottavo punto prevede la Costituzione di una Commissione di supporto amministrativo-patrimoniale. Barbuto propone anzitutto che non facciano parte della Commissione componenti della Direzione Nazionale. Propone quindi come componenti: Giovanni Taverna, Maria Buoncristiano e Enzo Massa. La votazione non dà nessun contrario e nessun astenuto.

Il nono punto prevede la nomina di soci onorari e vengono nominati: Enzo Scala proposto dalla sezione di Frosinone; Pasquale Acanfora e Gennaro Gonnelli, proposti dalla regione Campania. La votazione non presenta né contrari né astenuti.

Nelle varie ed eventuali Tortini informa che siamo in attesa del Decreto Ministeriale per avviare la lotteria Louis Braille nel 2016, avuto il parere favorevole delle Camere. Taverna fa alcune proposte per i premi Braille e Nicolodi che verranno prese in considerazione dalla Direzione.

La seduta si conclude col saluto e il ringraziamento del Presidente nazionale.



Torna alla pagina iniziale della consultazione delle riviste

Oppure effettua una ricerca per:


Scelta Rapida