Logo dell'UIC Logo TUV

Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti - ONLUS-APS

 

Il Progresso

torna alla visualizzazione del numero 22 del Il Progresso

Numero 22 del 2020

Titolo: Cultura- Città italiane: ecco le più citate tra le pagine dei libri, secondo Google Books

Autore: Mari Mollica


Articolo:
(da «Viaggi.corriere.it» del 10 novembre 2020)
La classifica delle 10 città italiane più citate nei libri è stata stilata sulla base di un'analisi attraverso Google Books. Ecco i risultati. E per ciascuna città, c'è anche qualche consiglio di lettura. Un buon modo per (ri)scoprirle passeggiando
Non è certo il periodo migliore per viaggiare. Ma andare lontano, perdendosi tra le pagine di un libro, è una libertà che nessuna quarantena potrà toglierci. Del resto, sosteneva Umberto Eco «Chi non legge, a 70 anni avrà vissuto una sola vita: la propria. Chi legge avrà vissuto 5.000 anni».
Le città più citate nei libri: la classifica
Un romanzo spesso ha per (vera) protagonista una città, con i suoi quartieri, i suoi vicoli e le sue tradizioni: tutt'altro che uno sfondo, fanno parte della trama. E quell'atmosfera unica, legata indissolubilmente a quei luoghi, può essere la motivazione che spinge un lettore a scegliere proprio quel volume. Ma quali sono le città più citate nei libri? Holidu, il motore di ricerca per case vacanza, ha stilato una classifica delle città più popolari nei libri, per viaggiare anche dal divano. I dati sul numero di citazioni sono stati estratti sulla base di un'analisi attraverso Google Books, ambizioso progetto di «digitalizzazione della conoscenza umana», presentato per la prima volta alla fiera del libro di Francoforte nel 2004. Lo scorso anno sono stati pubblicati, scannerizzati e catalogati sul web più di 19 mila testi in lingua italiana: in questo fiume di parole, hanno trovato posto alcune città del Belpaese. Per creare questa classifica, Holidu ha estratto i dati provenienti da Google N-gram viewer sulla percentuale di citazioni delle città italiane nel 2019 rispetto alla totalità delle parole nei libri pubblicati nello stesso anno. Ovviamente sono stati distinti i casi in cui i nomi della città avevano ulteriori significati (per esempio Prato). Ecco i risultati dell'analisi, condensati in una classifica delle 10 città italiane più citate nei libri. E per ciascuna città, c'è anche qualche consiglio di lettura. Un buon modo per (ri)scoprire il piacere di passeggiare tra le sue strade.
Palermo: 25.518 citazioni
Palermo, al decimo posto della classifica delle città più citate nei libri, è un concentrato di Storia e storie. A darle nuova linfa e coraggio, un suo figlio diventato famoso: Alessandro D'Avenia ha raccontato la Palermo che resiste in «Ciò che inferno non è» (Mondadori, 2014), che ruota intorno all'eroica figura di padre Pino Puglisi, che insegnava religione nel liceo classico frequentato dallo scrittore.
Bari: 26.394 citazioni
Il mare, lo sguardo verso Oriente e le piazze d'altri tempi sono gli ingredienti che regalano a Bari un posto di tutto rispetto nella narrativa italiana: il capoluogo pugliese si colloca al nono posto nella classifica delle città più citate nei libri. E lo deve sicuramente a Gianrico Carofiglio, scrittore che l'ha eletta a città-feticcio nella fortunata serie di romanzi che hanno protagonista l'avvocato Guerrieri. Ma l'amore di Carofiglio per la sua città natale, con tutte le sue ombre, lo si legge anche tra le righe di «Il passato è una terra straniera» (Rizzoli, 2004), vincitore del Premio Bancarella 2005, e in «Né qui né altrove. Una notte a Bari» (Laterza, 2008).
Padova: 30.910 citazioni
Una città non certo tra le più grandi d'Italia e non così famosa. Ma che custodisce tesori come la Cappella degli Scrovegni e scorci che possono competere con la sorella maggiore Venezia. Padova si colloca all'ottavo posto della classifica grazie anche alle pagine della filosofa e scrittrice Giovanna Zucca, con i suoi thriller-parodia, come «Assassinio all'Ikea» (Fazi, 2015) e «Turno di notte» (Fazi, 2016), che vedono muoversi sullo sfondo della città veneta il commissario Loperfido e la sua assistente Luana Esposito.
Venezia - 49.773 citazioni
Sembra strano, eppure Venezia, con tutta la sua atmosfera ed il suo incanto, si posiziona solo al settimo posto nella classifica delle città più citate nei libri. Si naviga tra i suoi canali anche leggendo le pagine di Tiziano Scarpa, che nella laguna ha ambientato tanti suoi romanzi, tra cui «Stabat Mater», che gli è valso il Premio Strega 2009. Ma nella sua guida turistico-letteraria «Venezia è un pesce» (Feltrinelli, 2000) la città è protagonista assoluta, già dal titolo.
Bologna: 56.562 citazioni
Al sesto posto troviamo una città universitaria con una storia antichissima e una capitale del buon vivere: Bologna ha tutte le caratteristiche per finire in un libro. Come in quelli della serie dedicata al commissario De Luca da Carlo Lucarelli. L'ultimo uscito è «L'inverno più nero. Un'indagine del commissario De Luca» (Einaudi, 2020), ambientato nel 1944 in una Bologna stremata dall'occupazione tedesca e dai bombardamenti.
Firenze: 66.749 citazioni
Da Dante ai giorni nostri, Firenze è da sempre tra le città più citate nei libri. E in questa classifica si posiziona al quinto posto. Proprio da Firenze parte la vicenda dello psicologo Pietro Gerber, protagonista del thriller «La casa delle Voci» di Donato Carrisi (Longanesi, 2019).
Napoli: 78.288 citazioni
Napoli si piazza al quarto posto e porta con sé una smisurata tradizione letteraria e culturale. A rimetterla recentemente al centro della scena - se mai ce ne fosse stato bisogno - la quadrilogia di Elena Ferrante, iniziata nel 2011 con «L'amica geniale» e finita nel 2014 con «Storia della bambina perduta» (tutti E-O Edizioni): un successo planetario che ha fatto (re)innamorare di Napoli mezzo mondo. Napoli è ben più che uno sfondo anche nel suo ultimo romanzo, «La vita bugiarda degli adulti» (E-O, 2019): tutto il libro è giocato sulla contrapposizione tra la Napoli «di sopra», dalla maschera raffinata, e quella «di sotto», che si finge smodata, triviale.
Torino: 103.443 citazioni
Al terzo posto troviamo Torino, città magica sospesa tra la nostalgia di un passato reale e un futuro ancora non ben delineato. A raccontarla oggi, in tutte le sue contraddizioni, è Giuseppe Culicchia, che anni fa, alla sua città, aveva dedicato «Torino è casa mia» (Laterza, 2014). Il titolo appena sfornato, invece, è «5 grammi di felicità» (Slow Food Editore, 2020) racconta la storia del celebre Tourinot, il Giandujotto di Torino creato dal maestro cioccolatiere Guido Gobino e diventato simbolo della città. Un concentrato di torinesità.
Milano: 250.831 citazioni
A Milano, la capitale morale ed economica d'Italia, va d'ufficio il secondo posto. Indimenticabili le pagine mai «invecchiate» di Dino Buzzati, Giorgio Scerbanenco o di Luciano Bianciardi. Ma se si vuole passeggiare nella Milano di oggi, che al Quadrilatero della Moda e alle guglie del Duomo affianca realtà molto più sfaccettate, il libro giusto è «Nelle mani di Dio. Un'indagine dell'ispettore Ferraro» di Gianni Biondillo (Guanda, 2020): bar cinesi, un capannone riconvertito a moschea, e varia umanità che vive tra il quartiere «bianco» di Città Studi e quello «colorato» di via Padova.
Roma: 270.209 citazioni
Al primo posto non poteva che esserci la Capitale, che, nei suoi millenni di storia, ha fatto da sfondo a poemi epici, capisaldi della letteratura mondiale, thriller e romanzi rosa. Impossibile farne una panoramica, considerata la vastità dell'elenco di titoli. Ma ecco un consiglio di lettura tra le uscite più recenti che vedono Roma altrettanto protagonista rispetto ai personaggi dei libri. Un modo per viverla da insider è immergersi nelle pagine de «Il Colibrì» di Sandro Veronesi (La nave di Teseo, 2019), vincitore del Premio Strega 2020, che ci porta tra le vie «africane» (per via della toponomastica) del quartiere Trieste.



Torna alla pagina iniziale della consultazione delle riviste

Oppure effettua una ricerca per:


Scelta Rapida