Personalizza il sito
Logo dell'UIC Logo TUV

Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti - ONLUS

 

Osservatorio Siti Internet

(O.S.I.)

 

Messaggio di saluto ai partecipanti al convegno

Ministro delle Comunicazioni

On. Maurizio Gasparri

 

Con questo messaggio intendo dare il benvenuto a tutti quelli che sono presenti quest’oggi e che testimoniano il comune impegno di tutte le Amministrazioni per rendere sempre più accessibile il web.

 

Quando parliamo oggi di necessità di rendere accessibile un sito web, di “testarlo”, probabilmente non usiamo altro che una parola un po’ più moderna per dire che deve essere conforme alle regole, cioè “omologato”, usando una parola un po’ fuori moda.. Cioè deve rispondere a dei principi chiari e condivisi. Tutta la storia delle telecomunicazioni, d’altra parte, si è fondata sull’attività di operatori nazionali, ciascuno dei quali aveva proprie industrie e usava standard assolutamente diversi.  Ma l’attività dell’ Unione Internazionale delle Telecomunicazioni ha permesso a tutto il mondo di chiamare tutto il mondo, quali che fossero gli apparati, quali che fossero i toni di chiamata o i sistemi adoperati,.

 

E a questo proposito, il Ministero delle Comunicazioni con l’attività dell’Istituto Superiore delle Comunicazioni e la consulenza della Fondazione Ugo Bordoni può vantare un’esperienza decennale, che siamo orgogliosi di trasferire nel campo del web.

 

Anche se è chiaro che l’accessibilità e l’usabilità del telefono è assolutamente diversa da quella del web, infatti col web c’è bisogno di una cooperazione forte: finora abbiamo chiesto alle persone di adeguarsi al web, ora dobbiamo fare in modo che il web si adegui alle capacità di tutti, anche a chi ha delle disabilità.

 

Il titolo di questa giornata, “Internet: un diritto per tutti” mi porta a dire che è necessario un processo culturale, perché o il web è davvero per tutti o resta solamente un tentativo per adeguarsi ad una modernità che non riesce a raggiungere tutti.

 

Facciamo tesoro dell’esperienza del modo in cui abbiamo costruito le nostre città, cioè con un equilibrio complessivo tra utile e bello, tra funzionalità ed estetica, e facciamo in modo che questi siti siano non solo belli dal punto di vista del design, ma che considerino l’uomo come il centro del nostro sforzo, del nostro interesse e considerino sempre la tecnologia come uno strumento per aggregare, per avere tutti gli uomini intorno e non come uno strumento che selezioni i più capaci dai meno capaci.

 

Ringrazio voi tutti per il contributo e l’esperienza che testimoniate in questa giornata.

 

            Il Ministro delle Comunicazioni

Maurizio Gasparri

 

Torna alla pagina precedente

 

Scelta Rapida